Ponte di Piavola, crescono costi e tempi

Il ponte sul Borello della strada comunale “Bora Piavola” dovrebbe essere completato entro il 30 settembre 2022. Ditta e Comune hanno “riaggiustato” i termini dell’appalto.

L’inizio dei lavori di consolidamento del ponte è avvenuto con la firma di consegna dei lavori, il 17 maggio 2021. L’opera si sarebbe dovuta concludere il 12 novembre dello scorso anno, ma con nota del 10 novembre la ditta incaricata, la Pignataro Costruzioni Generali srl con sede a Salerno, chiedeva una sospensione dei lavori nell’attesa di individuare una soluzione condivisa col Comune a causa del verificarsi di notevoli incrementi nei prezzi dei materiali. Con una serie di incontri tra ditta e Comune si sono riaggiustati alcuni termini nelle condizioni dell’appalto.

Si è stabilito che il Comune procedesse all’approvazione di una variante comprendente la revisione dei prezzi, si è definito un nuovo crono programma (montaggio dell’impalcato entro luglio 2022 e completamento lavori entro il 30 settembre 2022), si è convenuto che la ditta procedesse a ordinare i materiali necessari per il completamento entro la prima decade di marzo e che l’Amministrazione procedesse al pagamento del primo stato di avanzamento lavori. La variante è stata approvata dalla giunta il 18 marzo e ha recepito le circostanze «impreviste e imprevedibili» che hanno reso necessarie una serie di modifiche al contratto.

È stata prevista una maggiorazione nei costi, in particolare per l’acciaio necessario per i profili dell’impalcato, per i calcestruzzi, per i giunti e le barriere stradali, e anche un incremento di 322 giorni naturali e consecutivi del termine di ultimazione dei lavori. L’incremento di costo dei materiali è stato quantificato in circa 170.000 euro e il complessivo piano finanziario relativo all’opera è passato da 800.000 a 980.000 euro di spesa. L’incremento nella previsione di spesa è coperto dall’utilizzo di fondi provenienti dal Pnrr.

Nel frattempo il Comune ha verificato che la ditta ha provveduto a onorare l’impegno relativo all’ordinativo del materiale necessario per il completamento dell’opera. Da parte sua l’Amministrazione, che il 15 luglio 2021 aveva liquidato alla ditta una anticipazione pari al 20% dell’importo di contratto (pari a 121.623,91 euro iva compresa) ha anche provveduto a verificare che i lavori sono stati finora compiuti per un ammontare di 138.292,14 euro e su questa base ha messo in pagamento ulteriori 109.900 euro (al netto di Iva).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui