Polizia: le nazionali di volley saranno a Cesena

La città di Cesena ed il Carisport saranno una tappa fondamentale nel camino, europeo ed olimpico, delle nazionali di volley maschile e femminile delle polizie locali di tutta Italia.

Squadre che giocano per difendere i colori nazionali (e nelle quali militano anche personale dei carabinieri e della polizia di stato) ma che perseguono anche degli importanti obiettivi solidali: nel mese di maggio faranno in città un raduno assieme tanti atleti di grande livello che li stanno aiutando nella crescita agonistica.

Cesena è stata scelta nel percorso delle nazionali anche perché la polizia locale cesenate è parecchio rappresentata su scala tricolore. Luca Venturini, che nella vita è sulle strade cesenati con la divisa della PL, gioca in serie B nel Rubicone ed è anche il capitano della nazionale italiana delle polizie locali. L’ultima “infornata” di assunzioni nella PL ha poi portato a Cesena anche Elisa Muccioli e Antonia Colavito, che giocano nella squadra azzurra femminile.

«La nazionale è stata creata un anno fa perché Torino è stata candidata per l’Europeo delle forze di polizia. La competizione continentale ci sarà a settembre – spiega capitan Venturini – ma cammin facendo la squadra maschile si è qualificata anche per le Olimpiadi che si giocheranno a luglio a Rotterdam». Europei ed olimpiadi saranno giocate anche dalla squadra femminile. Anche se l’impegno continentale per il sestetto rosa è caldenarizzato al 2023.

«Alle olimpiadi ci saranno 10.000 atleti da tutto il mondo ed ho l’onere e l’onore di essere il capitano di una squadra fatta di colleghi che vengono da tante parti d’Italia: Padova, Vicenza, Venezia, Genova, Brescia e Torino. Per allenarci facciamo dei raduni circa una volta al mese. Raggruppamenti che durano qualche giorno ogni volta in posti diversi d’Italia affrontando compagini locali di Serie A e B per testare la nostra affinità».

Le nazionali a maggio saranno al Carisport: «Una possibilità avuta grazie all’appoggio del Volley Club, che è anche la società dove sono cresciuto sportivamente, mentre ora gioco nel Rubicone in serie B. A coordinare tutta la nostra attività tecnica c’è la schiacciatrice già campionessa mondiale ravennate Simona Rinieri. Ci da una grande mano pur non facendo parte delle forze di polizia. Siamo allenati da un polizotto di Firenze mentre il direttore sportivo è di Genova ed il presidente di Milano».

Ma la nazionale di volley delle forze di polizia non pensa solo al campo. Con la sua attività sponsorizza e promuove anche l’associazione fondata da Jack Sintini (che in carriera ha vinto scudetti e Champions league). Sintini interruppe la sua attività agonistica bruscamente per una forma di leucemia. Dopo essersi curato ha aperto una associazione per la ricerca oncologica infantile: «E come nazionale ci attiviamo sempre per cercare di raccogliere fondi per sostenere questa bella causa. Al raduno di Cesena, sempre dandoci consigli ed aiuto fattivo sul campo, contribuirà con la sua presenza ed operatività anche la plurititolata libero azzurro Paola Cardullo». Il radino cesenate sarà dall’8 al 10 maggio. E con la presenza di questa nazionale in procinto di affrontare un campionato europeo ci saranno manifestazioni collaterali anche per sostenerne le finalità benefiche perseguite.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui