Poesia, una ravennate vince il Premio Fariello

Grande ed emozionante serata finale per il concorso letterario di poesia dedicato ad Alessandro Fariello, il cosiddetto “poeta guerriero”, ragazzo affetto da Sma e venuto a mancare mesi fa. Alessandro era appunto un poeta, questo è così sembrato a molti il giusto modo per celebrarne la memoria. Ad incarnare questo sogno l’Associazione Angeli senza Frontiere, presieduta da Vito Plantamura, ingegnere e docente. Qualificata la giuria che ha premiato i tantissimi componimenti giunti (102), presieduta dal professor Luigi Lafranceschina. L’evento ha avuto luogo ad Adelfia, presso l’auditorium della biblioteca comunale A. Cafaro. Mentre Alessandro era di Grumo Appula, città più che rappresentata alla speciale serata, la cui amministrazione comunale ha dato il patrocinio, come anche presente era l’amministrazione comunale della stessa Adelfia. Il primo premio è andato alla poesia “Liberata”, di Costanza Ducci, di Ravenna. Il premio è stato infatti su scala nazionale ed oltre. Così oltre che la menzione speciale internazionale del concorso è andata alla italo-greca Evangelia Liapi. Tornando al podio, ecco il secondo posto per la poesia “Fuori dai lobi epilessia”, di Sergio D’Angelo, ragusano. Terzi, invece, a pari merito: Luca Isoardo, da Cuneo, con il componimento “Arranca” e Mariateresa Bari, di Palo del Colle, unica cittadina pugliese premiata, con “Dal burqa”. Altri riconoscimenti per le poesie di Giuseppe Milella (menzione “In ricordo di Alessandro”), Alessio Manfredi Selvaggi (menzione speciale del “presidente di giuria”) e Filippo Paradiso (menzione speciale del “presidente dell’Associazione Angeli senza Frontiere”). L’incontro ha visto intervenire, tra letture e ricordi di Alessandro, alcuni componenti della giuria. Presenti naturalmente anche i genitori del poeta, non meno guerrieri di lui, grandi nel portare avanti la memoria del figlio. Un figlio straordinario e sensibile, una memoria viva.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui