RAVENNA – Ravenna sarà protagonista anche per questo fine settimana podistico in Romagna, con due eventi in meno di 24 ore. A cominciare da venerdì, quando Ravenna Runners Club propone la seconda tappa della cronometro “Run in the Sea”, in questo caso nella parte terminale del Canale Candiano (cinque giorni fa si è corso alla Darsena), cioè sul versante di Porto Corsini della diga foranea più lunga d’Europa (2.250 metri), dedicata a Luciano Cavalcoli. Stanotte tassativamente chiuderanno le iscrizioni, ma rispetto al primo appuntamento sono già 115 gli iscritti, quindi un incremento di 50 unità e la quota massima di 200 non è lontana. La prima partenza avverrà alle 18,30 e ogni 20” scatterà un atleta verso il mare, che al giro di boa del faro poi farà ritorno sula terra ferma per un totale di 5 chilometri. Assenti De Nicolò e la Prunea, fra gli uomini ambiscono al trono i giovanissimi Asado (20 anni) e Macis (17), facendo però i conti con Romanello, Maio e Bovanini. Nomi nuovi anche nel settore femminili, dove si fanno preferire le modenesi Vettor e Venturelli, con la 22enne siciliana Scala in veste di outsider.

Domenica

La Uisp inaugura le camminate in sicurezza, con l’urban trail “Ravenna Città d’Acque”, che darà la possibilità ai concorrenti di partire scaglionati dallo Chalet dei Giardini Pubblici tra le 5,55 alle 8, scegliendo il percorso da 5 km, oppure quello da 12. Organizza Trail Romagna, che da poco ha presentato un libro.

Santa Maria Maggiore

Torna alle gare con un ottimo argento anche Eleonora Gardelli (Gs Gabbi) ottenuto a compimento dei 16 km sterrati della “Sgamela’a d’Vigezz”, col tempo di 1.17’29”.

Argomenti:

Città d'Acque

ravenna

Run in the sea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *