Podismo, la lettera di Valentina Vezzali: “PinkRanning, grazie per il vostro impegno”

Domenica 26 settembre vain scena PinkRAnning, con partenza alle ore 9.30 dall’area antistante la sede dell’Autorità Portuale di Ravenna.

Sono in programma due percorsi: 5 km oppure 10 Km che si snoderanno nell’area circostante, in particolare tra la Darsena di Città e il Parco Teodorico, attraversando anche la “La Pulce d’Acqua”, tradizionale fiera mercato dell’usato. Sport e diritti si uniscono per una manifestazione alla sua prima assoluta sul territorio grazie all’organizzazione di Ravenna Runners Club, associazione nota per la Hoka Maratona di Ravenna Città d’Arte, e la fondamentale collaborazione di Linea Rosa, il centro antiviolenza nato il 2 dicembre 1991 dalla volontà di un gruppo di volontarie determinate a combattere la violenza contro le Donne e che proprio quest’anno celebra i suoi 30 anni di attività. Linea Rosa è oggi il Centro Antiviolenza di riferimento a Ravenna e nel territorio romagnolo, con due sedi distaccate a Russi e Cervia.

Il saluto di Valentina Vezzali

Nelle scorse ore Alessandra Bagnara, presidente di Linea Rosa, ha ricevuto una lettera da parte di Valentina Vezzali, simbolo della scherma italiana e oggi Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo sport nel governo Draghi.Ecco il testo integrale della lettera.

Gentile Alessandra,i femminicidi e i maltrattamenti alle donne, oltre che sui minori, sono da condannare sempre; hanno raggiunto numeri importanti e restano una vera emergenza per il nostro Paese nonostante l’opera dei centri antiviolenza che svolgono un ruolo prezioso nell’accoglienza e nella prevenzione.

È un argomento molto sentito anche dal Parlamento che lavora da anni su campagne di sensibilizzazione e alla ricerca di soluzioni (come l’inasprimento delle pene) e dalle forze di polizia che invitano le donne a denunciare violenze domestiche, stalker e a riconoscere relazioni pericolose.Il tema è costantemente trattato sui media e quello che sconcerta è che la maggior parte di questi soprusi, di cui sono vittime le donne, si manifestano fra le mura domestiche.

La vostra iniziativa servirà certamente a parlare di questa emergenza e il fatto che si associ una campagna antiviolenza a una maratona, mi fa ritenere che i valori dello sport siano importanti perché si basano su principi di lealtà, rispetto delle regole, pace. Nessuno atleta, pur praticando uno sport apparentemente cruento, ritiene l’avversario un nemico, perché il fair play sportivo è alla base di qualunque sana competizione. Come Valentina, mi avrebbe fatto piacere poter essere con voi a celebrare i trent’anni di attività di “Linea Rosa”, purtroppo, impegni già assunti non mi consentono di partecipare. Da Sottosegretario con delega allo sport, auguro che l’evento abbia successo prima perché invita al movimento, un ritorno alla normalità dopo la lunga pandemia, ma soprattutto per il valore sociale dell’iniziativa.Un sentito grazie per l’impegno.

Valentina Vezzali

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui