Pivi e Neri inaugurano Imperfettoart a Longiano

Pivi e Neri inaugurano Imperfettoart a Longiano

LONGIANO . Apre “Materia grigia”, doppia mostra personale di Marco Neri e Leonardo Pivi curata da Giancarlo Papi. È il primo passo di Imperfettoart, la nuova, originale proposta di spazio espositivo ricavato all’interno di un fabbricato industriale ubicato a ridosso della via Emilia, nel comune di Longiano (via Luciano Lama, 30), a metà strada tra Gambettola e Savignano. Il vernissage è previsto per oggi alle ore 21.
La nascita di questa location artistica, ideale per l’arte contemporanea, che per dimensioni e finalità trova rari riscontri in ambito regionale, si deve agli artisti e designer Emanuela Ravelli e Verter Turroni con la collaborazione di Erich Turroni.
«Imperfettoart – precisa Giancarlo Papi – vuole essere uno spazio flessibile e dinamico che intende sostenere il processo creativo ponendosi l’obiettivo di diventare punto di riferimento per il pubblico più attento e sensibile dell’arte intesa nella sua accezione più ampia. Il programma prevede tre appuntamenti espositivi all’anno, tra marzo e ottobre, ciascuno dei quali dedicato ad artisti provenienti da esperienze diverse, così da offrire una selezionata campionatura della ricerca contemporanea».
“Materia grigia”, che è accompagnata da un catalogo con testi, oltre che del curatore, di Roberto Lacarbonara e di Daniele Torcellini, è incentrata su una singola opera di Neri e una di Pivi. Monumentali e inedite, le due opere rappresentano l’approdo più recente della loro ricerca che per Neri è improntata a una estrema sintesi formale e cromatica, mentre l’ironia e il sarcasmo è alla base del linguaggio musivo, pittorico e scultoreo di Pivi.
«Sono opere – continua Papi – che spaziano tra rispetto delle geometrie e volontà di calibrare una libera drammaturgia. Da un lato, con “Costruire”, Neri afferma con forza la centralità del progetto, del senso della misura e dell’armonia. Dall’altro, con “Mappa concettuale”, Pivi sente la necessità di dare voce agli slanci dell’immaginario, con abbandoni onirici».
La mostra resterà aperta al pubblico fino al 19 settembre su appuntamento: 0547 57167.
www.imperfettolab.com/art

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *