Forlì, piscina all’aperto: è boom di presenze

FORLI’. A remare contro nei giorni prossimi alle riaperture delle piscine all’aperto c’erano meteo e maltempo. Ora che l’estate, invece, sembra arrivata a tutti gli effetti, l’impianto natatorio di via Turati accoglie più di un centinaio di persone al giorno. «Finalmente sta andando molto bene – racconta Mattia Rossi, direttore della piscina comunale -. Il tempo e soprattutto le temperature calde di questa settimana ci hanno aiutati a ripartire con slancio».

Il desiderio di tornare a nuotare è molto ma, in modo particolare, è tanta la voglia di tuffarsi e trovare refrigerazione in vasca ma anche nel parco a disposizione della clientela. «Grazie alle dimensioni della struttura, siamo dotati di un ampio parco per cui non vi è alcun problema – prosegue Rossi -. Anzi, nella vasca grande possono stare in acqua 15 persone per corsia e in quella media 7. Ciò ci consente agli utenti la prenotazione, nonostante all’ingresso comunque teniamo un elenco proprio per una eventuale tracciabilità. In questo modo riusciamo a fare anche più di un centinaio di ingressi al giorno».

Se c’è un settore che compete con i ristoranti e il mondo della cultura per la gravità della crisi, è sicuramente quello degli impianti sportivi. I titolari di piscine, infatti, a lungo sono rimasti in attesa di ripartire quanto prima. Poi la bella notizia: si ricomincia il 15 maggio, anche se di fatto molti degli impianti hanno poi aperto alla fine del mese se non addirittura all’inizio di giugno. Alla vigilia della partenza, però, per le piscine all’aperto rimaneva un altro nodo spinoso da sciogliere: quello degli spogliatoi. «Allo stato dell’arte, non sono inibiti come era trapelato – puntualizza il direttore dell’impianto forlivese -. Al momento sia gli spogliatoi, sia le docce sono utilizzabili ovviamente con tutte le precauzioni del caso».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui