Pif getta Dante giù dal piedistallo

«A 700 anni dalla morte, la figura di Dante Alighieri è un mito per chi anche solo superficialmente conosce la sua opera. Ma quanto sappiamo di lui e qual è la sua attualità? Pensiamo a lui come all’animo fiero ed esiliato che, vestito di rosso, cammina a un metro da terra. Com’era il vero rapporto con Beatrice e con le altre donne della sua vita? E perché il suo capolavoro – la Divina Commedia – continua a parlarci?».

Ce lo racconta “Dante Confidential”, il documentario-indagine coinvolgente e talvolta irriverente sulle tracce di Dante, che attraverso la voce e il volto di Pif, analizza la figura del “sommo poeta” dimostrando la sua attualità con una narrazione contemporanea che non rinuncia alla profondità storica e critica.

In onda istasera in seconda serata su Rai Tre, il documentario, prodotto da 3D Produzioni per Rai Documentari, ci immerge nei luoghi danteschi – tra cui Firenze e Ravenna – in un continuo rapporto tra passato e presente, alla ricerca delle testimonianze dell’epoca come della sua attualità per esplorare l’icona Dante oggi, la sua contemporaneità.

Attraverso le voci di protagonisti del mondo della cultura come, tra gli altri, Pupi Avati, Dacia Maraini, Vittorio Lingiardi, Paolo Rumiz, affrontiamo otto grandi temi contenuti nella Divina Commedia che ci sollecitano ancora oggi: il narcisismo e il denaro, la politica e le migrazioni, la donna e la parità di genere. Scopriamo che Dante è diventato un’icona pop, perché la sua idea dell’amore affascina i nostri giovani quanto la figura del suo Ulisse ispiri gli scienziati e gli esploratori del terzo millennio.

“Dante Confidential” è l’occasione per scavare nel mito e per scoprire un Dante diverso dal consueto, più rispondente alla verità storica e insieme contemporaneo. Raccontando i retroscena, i vizi e le virtù che il poeta stesso aveva, Dante scende dal piedistallo e si avvicina allo spettatore.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui