Picchia la madre: 27enne arrestato a Forlì

La Polizia di Stato di Forlì ha arrestato nella flagranza di reato un 27enne residente in città, contestandogli i reati di lesioni personali aggravate in danno della coniuge, lesioni personali aggravate e resistenza nei confronti dei pubblici ufficiali intervenuti, nonché estorsione nei confronti della madre. La vicenda è scaturita da un intervento effettuato l’altra notte dalle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, allarmate da un vicino che aveva sentito le urla provenire dall’appartamento situato nello stesso condominio. All’arrivo degli agenti, l’uomo era ancora fuori di sé ed ha iniziato a reagire violentemente rendendosi responsabile di resistenza e lesioni contro un operatore, giudicato guaribile in tre giorni per le contusioni riportate. In quella circostanza gli agenti hanno trovato la donna che presentava il volto insanguinato ed altri segni dell’aggressione appena ricevuta, e l’hanno soccorsa provvedendo a fare intervenire sul posto un’ambulanza. La donna è stata poi giudicata guaribile con prognosi di quindici giorni.

Nel corso dell’intervento l’arrestato è stato trovato in possesso del telefono cellulare della madre, residente in altro luogo. Rintracciata poco dopo, ha riferito di episodio avvenuto in precedenza, ad opera del figlio, che si era impossessato del telefono dopo averla minacciata per ottenere medicinali necessari per placare il suo stato di astinenza da stupefacenti. L’arresto è stato convalidato dal GIP dott. Di Giorgio, su richiesta del Pubblico Ministero dott.ssa Rago, e l’uomo ora si trova in carcere in conseguenza dell’applicazione della misura cautelare detentiva.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui