Piace la ciclovia Adriatica, è tra le più ricercate sul web

La ciclovia Adriatica, che tocca le Province di Rimini, Forlì e Ravenna, è la terza più ricercata d’Italia. Gli italiani, complice anche la voglia di uscire per smaltire l’anno ‘casalingo’ causato da Covid e zone rosse, si riscoprono appassionati delle bici. E così si mettono a studiare su internet quale possa essere quel percorso turistico più interessante per loro. Secondo uno studio di Bicitalia.org, l’Adriatica (che parte da Trieste e arriva al Capo di Leuca, in Salento) è sul podio dopo la Ciclovia del sole e quella del Po, con un aumento di interesse del 78%. Tra le ciclabili di qualità legate ai percorsi regionali, c’è quella della Val Marecchia, in Provincia di Rimini, che ha avuto una crescita d’interesse a tre cifre: +127%.

«Un incremento così significativo delle ricerche online sui percorsi ciclabili nel nostro Paese conferma come la bicicletta stia diventando ormai la vera alleata per il tempo libero e per le vacanze e come il cicloturismo sia la formula ideale, anche in questo periodo, per viaggiare in totale sicurezza e per andare alla scoperta dei territori in modalità slow – dice Antonio Dalla Venezia responsabile Bicitalia per Fiab, la Federazione italiana ambiente e bicicletta – Bicitalia non è solo un utile strumento per i ciclo-viaggiatori ma rappresenta, oggi, un’importante vetrina per le amministrazioni che credono nelle virtuose politiche bike-friendly e che guardano con ottimismo alla ricaduta economica sui territori generata dagli investimenti in infrastrutture per la mobilità ciclistica. Si tratta di cogliere ogni opportunità e di sapere accedere ai diversi finanziamenti previsti, ad esempio, nel Piano nazionale di ripresa e resilienza». Le biciclette fanno bene anche all’economia: ogni euro che viene investito in una ciclovia ne rende 3,5 al territorio. Un percorso ciclabile può generare un indotto di 110.000 euro l’anno. «La bici può agevolare la corretta fruizione delle risorse paesaggistiche e naturali», commenta Dante Caserta del Wwf.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui