Dopo due anni e mezzo, la Procura della Repubblica ha chiuso l’indagine penale sul fallimento dell’Associazione Calcio Cesena: ci sono 21 avvisi di fine indagine che porteranno molto facilmente ad altrettante richieste di rinvio a giudizio per gli indagati. In più ci sono anche 9 richieste di archiviazione dei pubblici ministeri coordinatori dell’investigazione della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza (nata e cresciuta dal luglio 2018), che con altrettanta probabilità finiranno con un totale proscioglimento una volta approdate davanti al Gip che sarà chiamato ad occuparsene.

I fatti sono noti: mentre l’allora Ac Cesena (militante nel campionato di serie B) stava avviandosi al fallimento poi certificato dal tribunale (con udienze ora già fissate per il ristoro dei creditori) le sue ultime due gestioni sportive e manageriali finivano nell’occhio del ciclone anche dal punto di vista penale, con bilanci sotto la lente d’ingrandimento dei pm Filippo Santangelo e Francesca Rago ed i principali protagonisti tutti sotto indagine, gran parte dei quali ora (alla ricezione della notifica negli studi dei propri difensori) avranno 20 giorni di tempo per chiedere se lo vorranno di essere interrogati dall’accusa prima che la procura stessa chieda al Gip che per loro si apra un processo.

Fine indagini

Tre sono le figure apicali per le quali è stata notificata o è in corso di notifica la fine indagine.

I due ultimi presidenti della storia dell’Ac Cesena ossia Igor Campedelli e Giorgio Lugaresi. Ma anche il vertice del Chievo Verona Luca Campedelli. Per le accuse (in alcuni casi contemporaneamente anche sul fronte civilistico-fallimentare) i numeri di bilancio che intercorrevano tra le due società erano fatti di molte plusvalenze; necessarie più a “sistemare i conti societari” facendoli apparire sani che non a dare un reale e giusto valore e peso ai cartellini degli atleti. Calciatori inseriti sia nelle prime squadre che nei settori giovanili delle due società sportive.

Argomenti:

Ac Cesena

GIORGIO LUGARESI

Igor Campedelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *