Peppone, don Cammillo e… Pusceddu a Forlì

Due spettacoli, tra oggi e domani, alla Fabbrica delle Candele i Forlì.

Si inizia questa domenica dalle 21.15 con la stand up comedy di Valeria Pusceddu ch presenta “Maleducazione”. Pusceddu, con uno stile scanzonato e satirico, parla di disparità di genere, bagni occupati, equivoci nelle sale d’attesa e fallimenti. Il viaggio catartico nella vita di una giovane donna che accetta con ironia la sua ingenuità e impara a convertirla in un “super potere”! Biglietti: 12 euro.

Lunedì 9

Lunedì 9 invece, sempre dalle 21.15, il Teatro delle Albe/Ravena teatro, presenta il suo “Saluti da rescello”, drammaturgia e regia di Marco Martinelli, con Luigi Dadina e Gianni Parmiani. Sulla scena le statue di Peppone e Don Camillo, quelle che si fronteggiano a grandezza naturale in piazza Matteotti a Brescello, in provincia di Reggio Emilia. Sono lì dal 2001, opera dello scultore Andrea Zangani: Don Camillo sorridente, la chiesa di Santa Maria Nascente alle spalle, tonaca sacerdotale e cappello da parroco in testa, la mano destra alzata in segno di saluto, nella sinistra un libro, probabilmente il suo breviario; Peppone sul lato opposto della piazza, il municipio alle spalle, fazzoletto al collo, la mano destra, che tiene il cappello, alzata in segno di saluto.

In Piazza si fronteggiano e si salutano; qui invece sono voltate entrambe verso gli spettatori e pare che stiano salutando proprio loro. O è un’illusione?

“Saluti da Brescello” racconta della vicenda realmente accaduta a Donato Ungaro, vigile a Brescello licenziato senza giusta causa per le sue denunce sulle infiltrazioni della ’ndrangheta nel paese.

Biglietti: 12 euro. Prenotazioni telefoniche 0546 21306.

www.accademiaperduta.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui