RIMINI. Ennesima truffa ai danni di una pensionata riminese di ottantotto anni, residente a Rimini. Un uomo di mezza età, vestito elegantemente, ha bussato alla sua porta in un momento nel quale era sola in casa e si è spacciato per un impiegato del comune. La signora si è lasciata convincere a farlo entrare in casa dai suoi modi gentili e dall’argomento di discussione: «Devo darle delle comunicazioni importanti sulle tasse e sulla pensione: ha la possibilità di risparmiare dei soldi». La donna lo ha fatto accomodare e a quel punto il furfante era già a metà dell’opera. Le ha fatto credere che, in quanto anziana e titolare di pensione minima, aveva la possibilità di sospendere il pagamento della Tari per dieci anni in cambio di un acconto istantaneo di 200 euro. La pensionata ne aveva solo 80, ma il truffatore li ha accettati lo stesso salutando in fretta e furia e dileguandosi in strada. A quel punto la signora ha compreso di essere stata ingannata, ma all’arrivo della polizia era ormai troppo tardi per rintracciare lo sconosciuto.

Argomenti:

anziani

rimini

truffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *