Pedopornografia: un arresto a Cesena

Nei suoi computer nascondeva 43.000 file, tra foto e video, a sfondo pedopornografico. Materiale raccolto navigando in rete con un software in grado di garantirgli l’anonimato. L’uomo, un cesenate di 56 anni, per le sue attività online è finito nel mirino della Polizia postale. Si tratta di una persona “impegnata anche nell’ambito della formazione sportiva dei minori” ed è stato arrestato. L’indagine, coordinata dal pm Tommaso Pierini della Procura di Bologna e dal Centro nazionale per il contrasto alla pedopornografia online della Polizia Postale, trae origine da una segnalazione ricevuta nell’ambito della cooperazione internazionale tra forze di polizia, relativa alla diffusione di file a contenuto pedopornografico su un noto social network.
I successivi accertamenti hanno consentito di identificare l’indagato, responsabile, secondo l’accusa, di diffusione di materiale di pornografia minorile.
A seguito dell’arresto il gip di Forlì, valutando la gravità del fatto e la possibilità di reiterazione del reato, ha posto l’uomo agli arresti domiciliari.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui