Parrucchiere in associazione sostengono imprenditrice a San Mauro

Due anni fa la parrucchiera sammaurese Dolores Barbieri lanciò l’idea di fare un libro e costituire un’associazione. Per domani sera, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, ha organizzato un momento per aiutare una giovane aspirante imprenditrice recentemente diplomata al Cercal. L’iniziativa si tiene alla biblioteca comunale di San Mauro Pascoli, alle 20,30, ed è organizzata dalla onlus che ha fondato, l’Associazione 505.

Dolores “Dolly” Barbieri è una storica parrucchiera di San Mauro Pascoli, titolare del salone “Equipe Dolores” in via Paolo Guidi, vicino a casa Pascoli. Ma è anche una pittrice che aderisce al gruppo della Pescheria Vecchia di Savignano. «Circa tre anni fa – racconta – prima della pensione mi è venuto d’istinto fare un bilancio della mia vita. Ne ho parlato con due colleghe parrucchiere e ci siamo dette: “abbiamo fatto questo lavoro per 60 anni e ora cosa lasciamo?”. Abbiamo visto l’evoluzione e i cambiamenti del tempo, da piccole artigiane a imprenditrici della bellezza.Allora ho lanciato l’idea di scrivere un libro collettivo, dove lasciare traccia delle nostre esperienze. Ci siamo allargati a 10 attività (12 parrucchiere, visto che due abbinate sono in società) e abbiamo fatto la somma degli anni trascorsi a fare la parrucchiera. È venuto fuori che assieme avevamo 505 anni di esperienza e abbiamo costituito una onlus con questo nome».

Il gruppo di parrucchiere è costituito dalla sammaurese Dolores Barbieri, e poi da Carla Amaducci di Cesenatico, Arianna Benvenuti di Cesenatico, Marisa Savorelli di Ravenna, Adriana Valles di Ferrara, Alberta Balestra di Ferrara, Elena Kotadinis di Bologna, Carla Bergamaschi di Modena, Morena Rossi di Reggio Emilia, Giusi Bassani di Milano. Mary e Marta del salone trentino C’O. «Abbiamo scritto il libro “Noi prima di voi” a cura di Francesca Boari. insegnante di Ferrara che ha messo assieme il tutto – prosegue Dolores – Ora il libro viene consegnato con offerta libera e il ricavato destinato a vari scopi benefici. Per San Mauro Pascoli, patria delle calzature e volendo gratificare il lavoro femminile, confrontandomi anche con la Cna, ho individuato una giovane di nome Judy Mazzotti. Dopo il corso di moda all’istituto “Marie Curie” ha fatto i corsi Cercal e uno stage in un calzaturificio della zona. Ora vorrebbe lanciare un vendita online di calzature con il proprio marchio. E noi la sosteniamo con entusiasmo e altre iniziative sono allo studio».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui