Parma, Salotto Toscanini il 28 e 29 maggio

PARMA. In attesa del Festival Toscanini – Edizione Zero, si avvia verso la conclusione la XLV Stagione dei Concerti della Filarmonica Toscanini con gli ultimi appuntamenti di Salotto Toscanini, Musica da vicino e Fenomeni sia in presenza che in live streaming.

Protagonista, in entrambe le serate, il giovanissimo Michele Spotti, tra i più brillanti direttori

d’orchestra della sua generazione, sia nel repertorio sinfonico che in quello operistico.

Venerdì 28 maggio alle ore 20, nella sala Gavazzeni del Centro di Produzione

Musicale Arturo Toscanini, Michele Spotti si esibirà come violinista, in formazione

cameristica, insieme ai “concertini” della Filarmonica Toscanini: Caterina Demetz Violino,

Valentina Violante Violino, Carmen Condur Viola, Vincenzo Fossanova Violoncello.

In programma, il Quartetto n. 3 in do maggiore e il quartetto n. 6 in la maggiore di Antonio

Sacchini. Di Alfredo Casella la Ninna-Nanna e Fox-Trot dai Cinque pezzi per quartetto

d’archi op. 34. In chiusura il Quartetto per archi n. 15 in re minore, KV 421 di Wolfgang

Amadeus Mozart.

«Nonostante la carriera direttoriale – racconta il Maestro Michele Spotti – non ho mai

abbandonato il violino dal mio diploma nel 2011, e tornare a suonare in quartetto è una sfida entusiasmante. Il programma è dominato dal contrasto tra la purezza classica dei quartetti di Sacchini e il tenebroso quartetto di Mozart in re minore, tonalità cara al compositore austriaco; si completa con la preziosità dei due estratti dai 5 pezzi per quartetto d’archi di Casella».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui