Parchi eolici mare: accordo tra Trevi e Saipem

CESENA. Saipem SpA e Trevi SpA hanno firmato un Memorandum of Understanding per collaborare allo sviluppo congiunto di un progetto di due sistemi di trivellazione per fori di fondazione di grande diametro destinato ai parchi eolici. La trivellazione efficiente di fori di grande diametro atti ad ospitare pali di fondazione rappresenta una fase tecnica essenziale per garantire la corretta installazione di parchi eolici offshore.
Trevi e Saipem svilupperanno un progetto in grado di analizzare i dati geotecnici e geofisici specifici del sito da perforare, al fine di individuare la strategia di trivellazione più appropriata e, di conseguenza, la tecnologia più appropriata. L’accordo con Trevi prevede anche la possibilità di sviluppare congiuntamente le apparecchiature di perforazione che dovrebbero poi essere gestite da Saipem nell’esecuzione di progetti di parchi eolici, facendo leva sull’expertise e sul know-how di Trevi nel settore delle fondazioni. Questo MoU, che segue l’accordo non vincolante con Havfram per valutare una potenziale cooperazione nel business eolico offshore, è coerente con il Piano Strategico 2022-2025 di Saipem poiché mira a rafforzare la proposizione di valore di Saipem per l’eolico offshore, un mercato di considerevole dimensione, previsto in crescita di oltre il 30% nell’orizzonte del Piano Strategico. L’accordo con Trevi, leader mondiale nelle opere di fondazione speciali, supporterà l’obiettivo di Saipem di individuare nuove e più redditizie modalità di esecuzione anche attraverso la progettazione e lo sviluppo di nuove soluzioni tecniche.
Saipem è una piattaforma tecnologica e di ingegneria avanzata per la progettazione, la realizzazione e l’esercizio di infrastrutture e impianti complessi, sicuri e sostenibili. Da sempre orientata all’innovazione tecnologica, Saipem è oggi impegnata al fianco dei suoi clienti sulla frontiera della transizione energetica con mezzi, tecnologie e processi sempre più digitali e orientati sin dalla loro concezione alla sostenibilità ambientale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui