Pandemia: nuovi ristori per le aziende di Cesena

Una seconda ondata di ossigeno per le imprese cesenati colpite dai provvedimenti di lockdown conseguenti all’emergenza sanitaria da Covid-19 e che hanno richiesto un sostegno economico al Comune aderendo al bando pubblicato a dicembre 2020. Dopo che lo scorso febbraio sono stati distribuiti i primi “ristori”, in questi giorni saranno erogati ulteriori 160 mila euro a beneficio di 270 realtà d’impresa locali. “Con questa seconda tranche – commenta l’Assessore allo Sviluppo economico Luca Ferrini – abbiamo erogato complessivamente 395.600,00 euro. Ad oggi sono 640 le imprese locali beneficiarie, tra le 371 che hanno ottenuto i ristori a febbraio e le nuove 269. A disposizione delle realtà d’impresa che non hanno presentato domanda restano circa 64 mila euro, a fronte dei 460 mila euro stanziati dalla Giunta per questa misura essenziale che va incontro agli imprenditori, ai loro dipendenti e alle rispettive famiglie, e adottata con lo scopo di fornire una risposta concreta alla crisi economica innescata dalla pandemia. Consentire al nostro tessuto economico di richiedere incentivi nell’arco di quasi un anno ha consentito a tutti coloro che affrontano da mesi serie difficoltà di trovare il modo per presentare domanda. L’importo del contributo per ogni impresa – prosegue Ferrini – corrisponde alla somma di 700 euro. Per le imprese costituite dal 1° luglio 2019 invece corrisponde a 200 euro. Inoltre, il ristoro è aumentato per tutte quelle imprese che nel corso di questi mesi hanno attuato iniziative ‘resilienti’ finalizzate a reagire virtuosamente alle problematiche derivate dall’emergenza COVID-19”.

I contributi erogati a favore delle imprese che hanno presentato domanda saranno disponibili sui conti corrente dei richiedenti al massimo entro 60 giorni a partire da oggi, mercoledì 5 maggio. Inoltre, fino a ottobre tutte le imprese che non hanno presentato domanda e che hanno i requisiti richiesti potranno beneficiare del contributo fino all’esaurimento delle risorse a disposizione (460 mila euro).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui