Pandemia: continua il confronto sulle riaperture a Cesenatico

Il sindaco Matteo Gozzoli e l’assessore Jacopo Agostini hanno incontrato ieri le associazioni di categoria per un confronto riguardo alle norme del Decreto Riaperture: il tavolo era partito già la scorsa settimana, prima che il Decreto venisse pubblicato, e i discorsi sono andati avanti serrati in questi giorni in attesa di linee guida e precisazioni dal Governo e Regione. L’Amministrazione, insieme allo Sportello Unico per le Attività Produttive e la polizia locale, è stata impegnata in questi giorni al dialogo e al confronto con le tante attività che hanno richiesto supporto. Dalla riunione di ieri è emerso che sono considerate “all’aperto” le verande con almeno tre lati aperti, con struttura e soffitto fissi (muratura, legno, eccetera), e che garantiscano l’areazione. Resta valida l’apertura per chi ha tavoli all’aperto su suolo pubblico, gazebo e dehors che se hanno chiusure amovibili (plastica, eccetera) devono essere totalmente aperte. Ovviamente tutto deve svolgersi sempre nel rispetto di tutti i protocolli in vigore: distanziamento, presenza di non più di 4 persone (salvo conviventi) e la registrazione dei dati di tutti i prenotati. L’amministrazione ha potuto contare in queste settimane su l’aiuto e il supporto delle associazioni di categoria.
Le parole del sindaco Matteo Gozzoli e dell’assessore Jacopo Agostini
«C’è stato giustamente molto fermento, e anche entusiasmo, attorno a questo riaperture partite da lunedì 26 aprile e molte sono state le attività che ci hanno chiesto supporto per sciogliere i dubbi. Siamo ancora in attesa delle linee guida del Governo ma ci rendiamo conto che bar e ristoranti dopo tutti questi mesi non possono più aspettare. Siamo dunque giunti a questa conclusione insieme alle Associazioni di Categoria con cui ci stiamo confrontando da giorni e che ci hanno fornito aiuto e supporto”, le parole del Sindaco Matteo Gozzoli.
«Abbiamo anticipato “Cesenatico XL” e la Ztl sperimentale nelle vie del centro per farci trovare pronti alle riaperture e concedere spazio gratuito all’aperto a bar e ristoranti che non ne hanno. Dal confronto con le Associazioni di categoria di questi giorni poi sono emerse anche altre criticità, soprattutto riguardo alle verande e credo che il dialogo che abbiamo avuto sia stato proficuo. Invito tutti, clienti e gestori a rispettare in maniera rigorosa le norme e i protocolli per fare in modo che la situazione di Cesenatico continui a migliorare”, il commento dell’assessore Jacopo Agostini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui