L'allenatore del Romagna Domenico Tassinari (foto mmph)

Lo stop forzato si prende finalmente una tregua. Rientro in campo per la Pallamano Romagna che sabato sera (ore 19.30) sale in Veneto in casa del San Vito Marano per il recupero della sesta giornata di andata, inizialmente programmata per il 24 ottobre e rinviata per motivi legati al covid nel gruppo squadra dei veneti. Quasi un mese senza gare ufficiali per i ragazzi di coach Domenico Tassinari che dovranno essere bravi a ritrovare il ritmo partita fin dai primi minuti di gioco, onde evitare spiacevoli sorprese durante il match. Dopo la vittoria casalinga 30-20 sul Vigasio del 31 ottobre, al PalaCattani, gli arancioblu assaporeranno nuovamente l’aria di serie A2. Sarà una trasferta complicata, perchè i vicentini arrivano dal secondo successo in campionato, due settimane fa contro Leno: ultimi 10’ al cardiopalma nello scontro diretto nelle retroguardie della classifica, con la rete al fotofinish di Fabris che regala i 2 punti ai vicentini. Sono due gli elementi fondamentali tra i ragazzi di coach Roberto Stedile, ovvero i capocannonieri Franco Debernardinis e Andreas Charmpis, seguiti da Amos De Marchi, Giacomo Cavedon e Giacomo Fabris, autore della rete decisiva a 20” dalla sirena finale nel successo 24-23 su Leno. San Vito Marano è una formazione senza particolari obiettivi stagionali, se non il mantenimento
della categoria. Al di là del consueto rispetto per l’avversario, gli arancioblu dovranno spingere al
massimo per riprendere la scalata alla classifica e per evitare di perdere contatto con le prime
posizioni dove si registra il 7 su 7 del Malo.

Argomenti:

Pallamano Romagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *