CESENA. Per portar via un bottino magrissimo tra contanti (trovati all’interno di uno studio medico) e marche da bollo (reperite in uno studio di consulenza adiacente) hanno fatto migliaia di euro di danni tra vetri anti sfondamento infranti e mobilio forzato.
Erano alla ricerca di materiale facilmente piazzabile e soprattutto di contanti i “soliti ignoti” che nelle prime ore di lunedì si sono intrufolati nella palazzina a fianco dell’agenzia delle entrate, in piazzale Gennaro Biguzzi al civico 20.






Per arrivare ad entrate negli uffici hanno sfondato una porta finestra posta sul retro dello studio medico che si trova nella palazzina. Prima hanno setacciato questo: forzando una scrivania ed partendo armadi fin quando non hanno trovato una settimana con un fondo casa attorno ai 100 euro in contanti.
Nei due piani visitati (il piano terra ed il primo piano, perché il secondo ha visibili gli alarmi volumetrici ed i ladri non lo hanno “visitato”) i ladri per entrare negli uffici di vari studi di consulenza e progettazione hanno tolto dai cardini e rotto, vetrate interne all’edificio. Non gli sarebbe stato possibile infatti penetrare negli altri uffici forzando le varie porte blindate. Soltanto in altro ufficio hanno trovato e portato via delle marche da bollo. Finendo dunque per rendere moto più alto il danno procurato allo stabile in vetri rotti e porte forzate, rispetto a quanto economicamente possano aver raggranellato.

Argomenti:

cesena

furto

ladri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *