La Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini organizza anche in questo 2020 complicato P.assaggi di vino con numeri di tutto rispetto. Appuntamento venerdì 2 e sabato 3 ottobre fra il ponte di Tiberio e il Borgo San Giuliano di Rimini. Saranno 21 le cantine presenti, oltre a un oleificio pluripremiato, un nuovo settore dedicato all’artigianato artistico,4 punti vendita di calici, un punto vendita food. Inoltre 15 ristoranti presenteranno l’operazione street food coinvolgendo l’intero Borgo San Giuliano.

I numeri rappresentano il grande impegno della Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini ma anche l’affetto che circonda questa manifestazione giunta alla sua XVIII edizione. Un’occasione unica per avere a disposizione la produzione del mondo enologico riminese fatto di Sangiovese, Rebola, Pagadebit con incursioni nel taglio bordolese.

Il collaudato format dà la possibilità di assaggiare i vini delle cantine della provincia di Rimini. Quest’anno, oltre all’immancabile piada e pesce al cartoccio da “passeggio”, verrà lanciata l’esperienza del take away tematico presentato dai ristoranti e dalle attività del borgo.

Un piatto speciale da asporto, da assaggiare dove più ti piace, nel parco come nella panchina di viale Tiberio, rimane sempre possibile farlo ai tavoli del ristorante.

“Facciamo la nostra parte come tutti perché la riviera riminese sia attrattiva in questo momento complicato, siamo convinti che uno dei contenuti della Destinazione Rimini sia anche l’aspetto enogastronomico – dice il presidente Sandro Santini – per questo motivo la strada è stata presente agli ultimi eventi eno gastronomici riminesi e non ha voluto fare saltare P.assaggi di vino, siamo qua con la nostra qualità oramai riconosciuta”.

“La stagione nei nostri ristoranti ha visto la presenza soprattutto di italiani ma ci sono stati anche parecchi stranieri e non era scontato vedere ospiti d’oltre alpe” dice Enrica Mancini portavoce dei ristoranti del borgo.  “Siamo onorati di potere ancora una volta collaborare con la Strada per P.assaggi di vino. Quest’anno presentiamo la novità del take away tematico: ognuno dei quindici locali food stupirà con un piatto particolare da assaggiare dove volete, al tavolo del ristorante come passeggiando”.

“Continueremo a sorreggere lo sforzo delle imprese in questo difficile momento – sottolinea Fabrizio Moretti vice presidente della Camera di Commercio di Forlì – Ravenna – Rimini -. Siamo pronti a fare la nostra parte e manifestazioni come P.assaggi di vino ci dimostrano che insieme supereremo il difficile momento”.

Jamil Sadegholvaad assessore alle Attività economiche del Comune di Rimini precisa: “Abbiamo creato le condizioni per avere un’estate normale e gli operatori hanno fatto il resto. L’inizio dell’autunno ha presentato grandi appuntamenti enogastronomici come Al Meni e P.assaggi di vino. E non è un mistero che la acquisita qualità vinicola del nostro territorio è un volano vincente. Una prova? La Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini cammina con le proprie gambe, non è sovvenzionata ed è una delle Strade più vitali della regione”.

Argomenti:

borgo san giuliano

cibo

food

P.assaggi

rimini

Sapori

Vini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *