CESENATICO. «Il Punto di Primo intervento dell’ospedale di Cesenatico deve riprendere il servizio normale, con l’apertura h24. Non esistono scuse valide per chiuderlo con diktat calati dall’alto dai vertici dell’Asl Unica della Romagna. Chiediamo quindi al sindaco Gozzoli, nella sua veste di autorità sanitaria locale, di attivarsi in tutte le sedi per scongiurare anche solo l’ipotesi dello stop al servizio». Giulia Zecchi, consigliere comunale della Lega, interviene sul tema della ipotesi chiusura definitiva del Punto di primo intervento all’ospedale di Cesenatico con una interrogazione a risposta scritta rivolta al sindaco Matteo Gozzoli. «Incredibile, poi, che si motivi l’ipotesi di cessazione del servizio con la diminuzione di turisti nel 2020, già data per scontata dall’amministrazione dell’Asl. Oltre al danno, le beffe. Evidentemente per la politica sanitaria regionale i residenti dell’area costiera contano ben poco, nonostante contribuiscano profumatamente alla fiscalità regionale e locale».

Argomenti:

cesenatico

LEGA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *