CESENA. È la cordata vicentina guidata dallo Studio Altieri, in partnership con F&M Ingegneria Spa, Cooprogetti, ingegnere Luca Sani, Roberto Ravegnani Morosini e Gpa Srl ad avere vinto la gara per l’affidamento della progettazione del nuovo ospedale Bufalini. Sorgerà nelle vicinanze del casello autostradale di Villachiaviche e tenuto conto che ora serviranno un paio di anni prima che sia cantierabile non è una chimera il suo completamento nel 2025 o 2026, come annunciato agli albori del percorso.

Ancora non c’è stata la comunicazione ufficiale e si tratta di un’aggiudicazione provvisoria (servirà un altro mese per le verifiche necessarie a rendere definitiva la graduatoria), ma ieri c’è stato il responso, dopo avere valutato i 14 candidati di alto profilo che erano in lizza. Tutti hanno ottenuto punteggi tecnici molto elevati, a testimonianza della qualità delle proposte presentate.
L’importanza della progettazione che ci si appresta a fare è evidente fin dalla base d’asta, che era di circa 14,7 milioni di euro. Ed è comunque una cifra contenuta rispetto al maxi investimento (156 milioni di euro) previsto per le opere e già finanziato da tempo con fondi statali.

Il percorso sarà ancora lungo e non si possono escludere incognite (a partire da eventuali ricorsi degli sconfitti, per non parlare della fase ancora più delicata della futura gara d’appalto per i lavori), ma quello fatto è un passo decisivo verso la realizzazione di un progetto epocale voluto con forza dall’ex sindaco Paolo Lucchi, col pieno appoggio della giunta regionale Bonaccini. gpc

Argomenti:

nuovo

ospedale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *