Orienta Partners al fianco di “Rockin’ 1000”: crowdfunding da oltre un milione di euro VIDEO – Learn to Fly

Si conclude la campagna di equity crowdfunding lanciata a fine 2021 da Rockin’1000, la più grande rock band del mondo famosa per aver riunito 1000 musicisti, nel 2015, a Cesena, a suonare “Learn to Fly” dei Foo Fighters e aver raggiunto, con il video di questa performance, oltre 58 milioni di visualizzazioni su YouTube. Rockin’1000 – oggi PMI innovativa e società benefit, con una community presente in 138 paesi insieme a progetti e collaborazioni internazionali – chiude la campagna a 1,1 milioni di euro grazie all’adesione di diversi privati, in gran parte facenti capo alla community di musicisti, e di un importante investitore.
Più nel dettaglio, a partecipare alla campagna sono stati musicisti della community da USA, Germania, Francia oltre che la B Heroes di Fabio Cannavale e diversi investitori privati come ad esempio Giovanni “Gigio” Moratti, operatore specializzato nel campo della sostenibilità, impact investor e frontman dei Noy e Dario Cannavale, investitore seriale che segue il mondo delle startup innovative da 30 anni. A fianco ai soci privati, che con le loro sottoscrizioni hanno raggiunto e superato l’importo del primo traguardo del crowdfunding (260.000 euro rispetto ai 200.000 fissati), entra Orienta Capital Partners – società forlivese specializzata in investimenti, col ruolo di lead-investor, in PMI dall’elevato potenziale di crescita e i cui soci sono Augusto Balestra, Marco Bizzarri, Giancarlo Galeone, Mario Gardini, Lorenzo Isolabella, Sergio Serra e Paolo Strocchi. In particolare, Orienta Capital Partners partecipa alla raccolta attraverso FA R Evolution – un nuovo progetto focalizzato sui temi di innovazione, tecnologia, transizione digitale ed ecosostenibilità – con un investimento che permette di raggiungere e superare il secondo traguardo della campagna fissato a 1 milione.

Alla partecipazione della community al capitale della società – obiettivo primario che si è data Rockin’1000 scegliendo l’equity crowdfunding come modalità di raccolta – si affianca quindi un investitore che dal 2017 ha perfezionato 10 investimenti in PMI di forti prospettive, in modo intersettoriale (dal packaging all’aeroportuale, dalle acque minerali alla nutraceutica, fino all’aerospace). Fabio Zaffagnini, CEO di Rockin’1000, afferma: “Questo è l’ultimo passo di un percorso molto profondo iniziato nei momenti più bui della pandemia, quando, costretti a fermarci, abbiamo deciso di dedicare tempo a Rockin’1000 in modo diverso, lavorando al nostro consolidamento, a porre le basi per un futuro più ampio, più lontano. Ancora una volta, ciò che abbiamo ottenuto ha superato le aspettative, grazie alla vicinanza di molti nostri musicisti, ora anche soci, e grazie all’attenzione di investitori che hanno capito il nostro potenziale. La gioia di questo successo è smorzata dalle vicende drammatiche delle ultime settimane, ma questo non fa che motivarci ulteriormente a portare avanti quel messaggio di unione e condivisione che ci ha sempre contraddistinti. Lo spirito è quello di sempre, ora però, finalmente, avremo risorse più adeguate alle nostre ambizioni.”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui