L’Amministrazione Comunale ha emesso un’ordinanza per regolare il decoro e la pulizia dell’area portuale con disposizioni in materia di sicurezza e pulizia.

Sono accaduti casi di abbandono di rifiuti in maniera indecorosa proprio in quella zona: questi episodi vanno contrastati ed evitati in tutti i modi, sia per offrire un soggiorno gradevole a cittadini e turisti, sia per gli interessi specifici degli operatori, sia per la tutela dell’ambiente. L’ordinanza ha lo scopo di regolamentare un corretto uso delle banchine di sbarco, mantenere il decoro e la pulizia degli spazi pubblici anche e soprattutto in prossimità dei cassonetti.

L’ordinanza prevede l’assoluto divieto di gettare rifiuti negli specchi d’acqua portuali; di immettere rifiuti di qualunque genere nelle acque; di accumulare qualsiasi genere di rifiuto a bordo delle unità ormeggiate in banchina; di depositare o abbandonare qualunque tipo di rifiuto sulle banchine o sulle aree portuali; di manomettere o danneggiare i contenitori per la raccolta di rifiuti; di versare liquidi all’interno dei contenitori per la raccolta di rifiuti; di versare olio e esausto e acque di lavaggio delle caditoie stradali; di depositare o abbandonare rifiuti di qualunque tipo in luoghi non consentiti; di depositare rifiuti ingombranti nei cestini porta rifiuti installati su piazze, via, parchi e aree pubbliche; di spostare i contenitori di rifiuti dalle loro sedi preposte.

Per le attività economiche presenti nell’ambito del mercato l’ordinanza dispone il divieto di occupare spazi portuali e aree pubbliche non oggetto di concessione demaniale; di utilizzare le aree in concessione demaniale come deposito rifiuti; di lasciare in banchina attrezzi e materiale prima o dopo le necessarie operazioni. Le sanzioni previste vanno dai 25 fino ai 3.000 euro.

“La nostra area portuale è una delle ricchezze di Cesenatico e dobbiamo custodirla e tutelarla come un bene collettivo: come Amministrazione ci siamo impegnati a sistemare gli aspetti strutturali con i bandi europei e una mole importante di lavori. Adesso chiediamo a tutti i cittadini che in quella zona ci lavorano di rispettare le norme di questa ordinanza: per Cesenatico e anche per loro stessi», il commento del sindaco Matteo Gozzoli.

“Abbiamo emesso quest’ordinanza per regolare tutti gli aspetti più delicati del lavoro nell’area portuale: occorre fare grande attenzione per lo smaltimento dei rifiuti e per la gestione della spazzatura. Va fatto in tutta la città e ancora di più in una zona così importante come quella portuale», le parole dell’assessora Valentina Montalti

Argomenti:

ordinanza

porto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *