“Open” di Daniel Ezralow al Bonci mentre lui debutta alla Scala

Fa ritorno al Bonci di Cesena, stasera alle 21, uno di quegli spettacoli in grado di mettere tutti d’accordo. È “Open” di Daniel Ezralow, artista che sul palcoscenico cesenate ha attraversato molte stagioni. “Open”, già applaudito anni fa, è un contenitore che rinnova a ogni ritorno i linguaggi della danza contemporanea unitamente a un verbo poetico e immaginifico. Gli ingredienti fanno leva su una danza fisica, acrobatica, performativa, giocosa, ironica, surreale, colma di inventiva. Otto danzatori coniugano il linguaggio neoclassico con la modern dance su note di Chopin, Rossini, Beethoven, Bach. È uno spettacolo che invita il pubblico a lasciarsi coinvolgere da contaminazioni che creano vitalità. È uno stile danzato con cui il coreografico californiano è cresciuto sin dagli anni Ottanta con Iso e Momix. Questa versione è firmata a quattro mani con la moglie Arabella Holzbog, già attrice e artista visiva conoscitrice dell’uso dello spazio. Santo Giuliano è l’assistente coreografo. Ezralow ha trovato in Italia una seconda patria che gli ha permesso di addentrarsi in molti segmenti dello spettacolo. Ha creato spettacoli e video per molti artisti anche musicali, ha ideato le coreografie per l’apertura delle Olimpiadi invernali a Sochi, in tv ha collaborato ad “Amici”, creato coreografie per il Festival di Sanremo e il varietà di Fiorello.

Proprio stasera, mentre a Cesena è in scena il suo “Open”, Ezralow è a Milano per la sua prima volta sul palco del Teatro alla Scala, come coreografo della prima dell’opera lirica “Macbeth” di Giuseppe Verdi.

Info: 0547 355959

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui