“Open border”, ecco il disco dell’Area Sismica

FORLì. Era nata come un piccolo miracolo economico-organizzativo, la 30ª stagione di Area Sismica, riuscendo a coniugare un cartellone stellare con sanguinosi quanto imprevisti tagli di budget dell’ultim’ora. Poi è arrivata la pandemia a interromperla sul più bello, lanciando sul futuro un enorme punto interrogativo. Ecco però che nel fango di questa situazione nasce ora uno splendido fiore. È uscito infatti qualche giorno fa per l’etichetta statunitense Catalytic Sound “Open border”, disco che è frutto del progetto ideato e realizzato da Area Sismica e Ariele Monti per l’edizione 2018 del “Forlì open music” con la formazione – sorta di all-star della musica contemporanea e del jazz – composta da Luigi Ceccarelli (regia del suono), Gianni Trovalusci (flauti), Hamid Drake (batteria e percussioni) e da Ken Vandermark (sax tenore e clarinetto). L’articolo completo sul Corriere Romagna in edicola oggi, 2 marzo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui