RAVENNA. A un anno esatto dal ritrovamento del cadavere di Rocco Desiante, 43enne pizzaiolo di origini pugliesi ucciso nell’abitazione di un amico a Castiglione di Cervia, si è aperto stamane in Corte di Assise il processo a carico di Constantin Madalin Palade, 20enne rumeno difeso dagli avvocati Carlo Benini e Silvia Brandolini. Davanti al giudice Cecilia Calandra, al procuratore capo Alessandro Mancini e al sostituto procuratore Vincenzo Antonio Bartolozzi sono stati sentiti i primi 6 di 35 testi chiamati a deporre. Presenti in aula anche i familiari della vittima costituitisi parte civile tramite l’avvocato Francesco Furnari.

[meta_gallery_slider id=”103934″]

Argomenti:

castiglione cervia

omicidio

processo

ravenna

rocco desiante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *