Oltre la crisi, Carlo Cracco: “La ristorazione è appetibile se fa sistema” VIDEO

 Il mondo della ristorazione, adesso, non cerca tanto degli aiuti quanto “una collaborazione, per provare a mettere insieme tutte le eccellenze e renderle un po’ più omogenee”. Un modo per essere più competitivi, e per usare un termine vicino al mondo del cibo, più “appetibili”. Lo chef stellato Carlo Cracco, a margine della presentazione del protocollo d’intesa siglato tra Fiera Milano e l’associazione Ambasciatori del Gusto, ragiona sul futuro della ristorazione dopo gli anni complicati della pandemia. E sottolinea l’importanza di fare sistema, come nel caso del patto firmato con la Fiera. Infatti, “se la Fiera funziona bene- aggiunge lo chef- funzioniamo bene anche noi e il territorio”. Insomma, per tornare a essere davvero competitivi “tutto deve essere un po’ più forte e profondo”, conclude Cracco.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui