“Oltre il sogno”: Arrigo Sacchi e l’ossessione della bellezza

Ho cercato sempre di fare il massimo di quanto consentivano le mie possibilità, ben sapendo che la perfezione non esiste”.

Da una strada che sembrava segnata, verso un futuro da imprenditore calzaturiero, alle panchine delle squadre più prestigiose e alle vette più alte a cui un allenatore potesse mai aspirare. Da un paesino della provincia romagnola come Fusignano agli scenari internazionali, dove ha saputo essere protagonista.
Dalle panchine delle società sportive di provincia agli stadi dei grandi Club, passando per la grande epopea del Milan e la guida della Nazionale azzurra, fino alle esperienze in terra di Spagna, al Real Madrid e all’Atletico.
Questo libro racconta la vita intensa di Arrigo Sacchi, che ha accettato di rivelare le sue emozioni più intime, i legami con una terra che ha sempre rappresentato un punto fermo nella sua vita, le amicizie solide e indissolubili, gli affetti, i “maestri” e la famiglia, per lui un valore assoluto e fondamentale. Il “Profeta di Fusignano” svela il rapporto profondo con il padre Augusto, lombardo di origine, temerario aviere in servizio sui temuti aerei bombardieri della Seconda guerra mondiale, e la solare e brillante mamma Lucia, romagnola verace, dal carattere dolce e affabile. Ricorda il legame intenso con il fratello Gilberto e il dolore mai sopito per la sua precoce scomparsa; parla con grande affetto dei punti fermi della sua vita: l’adorata moglie Giovanna, le figlie Simona e Federica e i nipoti.

Un percorso che riempie le pagine di “Oltre il sogno” (Minerva, 18 euro) scritto dal giornalista Sergio Barducci in libro prezioso per gli amanti del calcio degli anni 90 e delle storie nate in provincia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui