Olimpiadi, Romagna è donna: Bianchi ed Errani guidano la spedizione

Otto romagnoli purosangue e una romagnola d’adozione; sei atleti provenienti da altre regioni che però difendono i colori di società romagnole e una pallavolista nata a Imola (il padre all’epoca giocava nell’Andrea Costa) ma subito “emigrata” in Toscana. Ecco il plotoncino di casa nostra che si appresta ad affrontare l’avventura olimpica. Il record di partecipazioni spetta ad Ilaria Bianchi, nuotatrice nata a Castel San Pietro e che vive proprio sul confine tra la Romagna e l’Emilia, e a Sara Errani, tennista ripescata in extremis per il forfait di Trevisan, che sono alla quarta Olimpiade.

I romagnoli doc

Sono 8 più Martina Carraro, genovese che vive da tempo a Imola con il fidanzato Fabio Scozzoli, che ha mancato il pass per i Giochi come era accaduto nel 2016 in occasione delle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Sei sono le donne: Milena Baldassarri (ginnastica ritmica), Ilaria Bianchi e Martina Carraro (nuoto), Sofia Ceccarello (tiro a segno), Sara Errani (tennis) e Beatrice Ricchi (softball). Tre gli uomini: Bruno Rosseti (canottaggio), Enrico Rossi (beach volley) e Simone Sabbioni (nuoto). Ecco le loro schede e quando gareggeranno.

Milena Baldassarri

Nata a Ravenna il 16 ottobre 2001, Milena Baldassarri gareggia nella ginnastica ritmica. Nel 2018 ha vinto la medaglia d’argento ai Mondiali nel nastro. All’esordio ai Giochi Olimpici, debutterà venerdì 6 agosto nell’all-around individuale (qualificazioni dalle 3.20 alle 6.15 e dalle 7.50 alle 10.45). Sabato 7 agosto le finali dalle ore 8.20.

Beatrice Ricchi

L’Italia torna a disputare il torneo di softball e lo fa con qualche ambizione di medaglia. In campo una romagnola di nascita: Beatrice Ricchi, nata a Rimini il 16 ottobre 1993 e già campionessa europea con l’Italia nel 2015, nel 2019 e nel 2021, quando non è però potuta scendere in campo a causa di un infortunio. L’Italia debutterà nella notte tra oggi e domani alle 5 contro gli Usa. Gli altri appuntamenti: giovedì 22 alle 8 contro l’Australia, sabato 24 alle 13 contro il Giappone, domenica 25 alle 13 contro il Messico, lunedì 26 alle 7.30 contro il Canada-Italia. Le due prime classificate del girone a 6 si sfideranno per l’oro martedì 27 alle ore 13; finale per il 3° posto sempre martedì 27 alle ore 5.

Ilaria Bianchi

Nata a Castel San Pietro il 6 gennaio 1990, cresciuta tra Imola e Bologna, Ilaria Bianchi è alla quarta Olimpiade (fu 5ª nei 100 farfalla a Londra 2012). Vanta due bronzi europei e il primo oro italiano al femminile nei 100 farfalla ai Mondiali in vasca corta. A Tokyo sarà impegnata nei 100 farfalla (sabato 24 le batterie, domenica 25 le semifinali, lunedì 26 la finale), nella 4×100 mista (venerdì 30 le batterie, domenica 1° agosto la finale) e nella 4×100 mista mixed (giovedì 29 le batterie, sabato 31 semifinali e finale).

Martina Carraro

Nata a Genova il 21 giugno 1993 ma resistente in Romagna dopo l’unione con il collega Fabio Scozzoli (al fianco del quale guida l’Imolanuoto), Martina Carraro punta al podio nei 100 rana dopo il bronzo nel Mondiale 2019 e il bronzo all’Europeo di Budapest. Carraro è iscritta per quattro gare: 100 rana (batterie domenica 25, semifinali lunedì 26 e finale martedì 27), 200 rana (batterie mercoledì 28, semifinali e finale giovedì 29), 4×100 mista (venerdì 30 le batterie, domenica 1° agosto la finale) e 4×100 mista mixed (giovedì 29 le batterie, sabato 31 semifinali e finale).

Simone Sabbioni

Nato a Rimini il 3 ottobre 1996, Simone Sabbioni è alla seconda partecipazione olimpica. Oro europeo nei 50 dorso a Copenhagen nel 2017, in Giappone scenderà in vasca nei 100 dorso (domenica 25 le batterie, lunedì 26 le semifinali, martedì 27 le finali), nella 4×100 mista (venerdì 30 le batterie, domenica 1° agosto la finale) e nella 4×100 mista mixed (giovedì 29 le batterie, sabato 31 semifinali e finale).

Sofia Ceccarello

Nata a Lugo il 2 dicembre 2002 ma residente da sempre a Ravenna, è la più giovane tra le romagnole. Negli ultimi Europei di Oisjek è stata bronzo nella gara ad aria compressa 10 metri e oro nel contest di 3 posizioni da 50 metri che le è valso il pass per Tokyo. Dove disputerà 3 gare: carabina ad aria compressa 10 metri (sabato 24), carabina ad aria compressa 10 metri mista (martedì 27) e carabina sportiva 3 posizioni 50 metri (sabato 31). Può essere la sorpresa olimpica romagnola.

Sara Errani

Nata a Bologna il 29 aprile 1987, ma da sempre residente a Massa Lombarda, ha vinto 10 tornei Wta in singolo (ed è stata finalista al Roland Garros nel 2012) e 27 titoli in doppio, tra cui 5 prove dello Slam (Roland Garros 2012, Us Open 2012, Australian Open 2013 e 2014, Wimbledon 2014). E’ alla quarta partecipazione consecutiva ai Giochi. Il torneo inizia sabato 24 per concludersi sabato 31.

Bruno Rosetti

Nato a Ravenna, il 5 gennaio 1988, Bruno Rosetti è componente del quattro senza senior di canottaggio. Due volte sul podio ai Mondiali (2° con questo armo nel 2018 a Plovdiv, 3° con l’otto nel 2017 a Sarasota). Scenderà in acqua sabato 24 per le batterie, lunedì 26 per gli eventuali ripescaggi e mercoledì 28 per l’eventuale finale.

Enrico Rossi

Nato a Cesenatico il 27 giugno 1993, l’esordiente Enrico Rossi ha compiuto un’impresa qualificandosi insieme ad Adrian Carambula per Tokyo pur non facendo parte della nazionale di beach volley. Ora proveranno a stupire. Rossi e Carambula affronteranno domenica 25 alle ore 15 gli americani Gibb e Crabb; mercoledì 28 alle ore 15 i qatarioti Cherif Younousse e Ahmed Tijan; venerdì 30 alle ore 3 gli svizzeri Gerson ed Heidrich.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui