Olimpiadi, ginnastica ritmica: la notte di Milena Baldassarri

Inizia nella notte italiana l’avventura olimpica di Milena Baldassarri, che disputerà la gara dell’individuale nella ginnastica ritmica. Non è stata una marcia di avvicinamento facile quella dell’atleta ravennate ai Giochi di Tokyo. La specialista del concorso individuale di ginnastica ritmica ha conquistato la carta olimpica due anni fa ma ha rischiato di non essere convocata per l’ascesa della giovanissima Sofia Raffaeli, più volte sul podio di Coppa del Mondo in questa stagione e convocata per i Campionati Europei proprio al posto della romagnola.

One shot

Dopo i campionati italiani sono state ristabilite le gerarchie e la ct della Nazionale Emanuele Maccarani ha convocato per i Giochi giapponesi Baldassarri e Agiugiuculese, le due “veterane” azzurre, seppure giovanissime. La ginnastica ritmica assegna soltanto due medaglie alle Olimpiadi di Tokyo 2021: una nel concorso generale a squadre, l’altra nell’all-around individuale. Solo una gara, dunque, per provare a salire sul podio a cinque cerchi. Si decide tutto in una finale dopo il turno di qualificazione: per i gruppi sono in programma due esercizi, le individualiste dovranno invece cimentarsi sui quattro attrezzi.

Analizzando il campo delle partecipanti, oggettivamente il podio appare impossibile per Milena Baldassarri: le gemelle russe Dina e Arina Averina sono lanciatissime verso la doppietta, ma poi ci sono anche l’israeliana Linoy Ashram, le quotate bulgare e bielorusse. Più lecito pensare a un piazzamento in top-8 per la portacolori romagnola.

«Sembra veramente passato tanto tempo dal momento in cui ho conquistato la carta fino all’esordio olimpico, la marcia di avvicinamento non è stata ideale – dichiara Milena Baldassarri – per fortuna questi ultimi mesi sono trascorsi molto velocemente col fatto che abbiamo fatto molte gare sia in Italia che all’estero. Dopo la notizia del rinvio non mi sono abbattuta, ho continuato ad allenarmi, l’ho pensata in positivo e alla fine il momento è arrivato. Per la medaglia la strada è sbarrata, lo so bene. Io cercherò di fare il massimo e alla fine faremo i conti. Vorrei divertirmi e divertire».

Il programma prevede due sessioni di qualificazione: la prima dalle 3.30 di notte, la seconda domattina dalle 7.50 alle 10.45. La finale che assegnerà le medaglie è in programma dalle 8.20 di sabato mattina.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui