Olimpiadi della matematica: ecco i 6 romagnoli in gara

I giovani maghi dei numeri più brillanti d’Italia tornano a Cesenatico, da domani a domenica, per partecipare alle finali nazionali delle Olimpiadi di matematica. A questa 38ª edizione della sfida sono attese circa duemila persone tra studenti partecipanti, docenti e organizzatori dell’Umi, l’Unione Matematica Italiana. Negli ultimi due anni la pandemia aveva impedito lo svolgimento in presenza dell’iniziativa. Adesso la città che le ospita fin dal 1989 viene invasa di nuovo dai concorrenti giunti in finale dopo avere superato due fasi preliminari: i Giochi di Archimede, gara a livello di istituto che ha coinvolto più di 100.000 ragazzi, e la gara distrettuale, a livello provinciale, cui hanno preso parte 11.000.

La sfida individuale

Alla colonia Agip scendono in campo per le prove conclusive 270 studenti e 31 studentesse delle scuole superiori, sotto la supervisione del professore Giuseppe Rosolini. Dovranno risolvere 6 problemi in 4 ore e mezzo di tempo. Luigi Amedeo Bianchi, dell’Unione Matematica Italiana, spiega che «si tratta di problemi per i quali non è sufficiente una risposta numerica, ma è necessario sviluppare un’argomentazione rigorosa e completa che giustifichi la risposta: una dimostrazione».

La gara a squadre

In parallelo, negli stessi giorni, ci sarà anche la 23ª edizione nazionale della gara a squadre, sotto la regia del professore Ludovico Pernazza. In questo caso ogni squadra è formata da 7 rappresentanti, che collaborano alla risoluzione dei problemi assegnati. A Cesenatico saranno presenti 101 squadre miste e 24 femminili, impegnate in una finale a loro dedicata. «Questa gara – illustra ancora Bianchi – punta a ridurre la differenza di partecipazione alle competizioni matematiche tra ragazzi e ragazze, che tuttora è presente, tanto in Italia quanto all’estero. Le gare a squadre mostrano quanto sia sbagliata l’immagine stereotipata della matematica: ben pochi la assocerebbero all’immagine di ragazzi e ragazze che corrono in un palazzetto per consegnare le risposte della propria squadra, mentre dagli spalti arrivano gli incoraggiamenti del pubblico. È un’esperienza davvero unica e inaspettata. Attraverso queste fare, sia individuali sia a squadre, la matematica, pur presente a scuola fin dalla primaria, si presenta sotto una nuova luce».

In lizza sei romagnoli

I romagnoli alle prese con la sfida individuale sono sei: Federico Spignoli e Samuele Fogacci, che frequentano il Liceo scientifico “Righi di Cesena”; Tobia Pedretti, del Liceo scientifico “Fulcieri” di Forlì; Federico Petucco, del Liceo “Oriani” di Ravenna; Davide Gianessi, dell’Istituto superiore “Serpieri” di Rimini; Davide Bartoli, dell’Istituto “Alberghetti” di Imola.

Attesi 1.700 ospiti in 25 hotel

Da quest’anno è il tour operator “Arcadia” a occuparsi della logistica e del coordinamento delle attività ed eventi legati alle finali delle Olpinpiati di matematica, oltre che della sistemazione di studenti, accompagnatori e docenti negli alberghi. Sono 25 quelli a Cesenatico che si preparano a ricevere 1.700 persone

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui