La morte di Gianni Batani: a Pinarella l’ultimo saluto

Morto per Covid all’età di 53 anni, Gianni Batani riceverà oggi l’ultimo commosso saluto da parte di amici, familiari e colleghi in un luogo a lui molto caro, nel bene e nel male, che ha segnato fondamentali momenti della sua vita. Il funerale del primogenito di Antonio Batani – l’albergatore originario di Bagno di Romagna che aveva creato una catena ricettiva comprendente anche il Grand hotel di Rimini e il Palace di Milano Marittima – è in programma alle 10 nella chiesa di Pinarella. Nell’altare del luogo di culto fu infatti celebrato il suo matrimonio, ma anche l’addio del padre, nel 2015.

E proprio in quell’anno Gianni Batani, persona umile, mite, modesta e schiva, insieme alle sorelle Paola e Cristina prese in mano l’impero alberghiero. In questi ultimi mesi di vita ha continuato a occuparsi con grande sacrificio della gestione e organizzazione del personale, oltre che della parte informatica dell’azienda. Un compito gravoso, se solo si calcolano le centinaia di dipendenti in forza al gruppo Select hotels, ai quali in certi casi viene assicurata un’occupazione annuale.

Il ricordo della Cooperativa bagnini

In una nota, la Cooperativa bagnini di Cervia ha espresso la sua vicinanza alla famiglia Batani: “Addolorati per il grave lutto che li ha colpiti, ci uniamo con sincerità e affetto al dolore della famiglia Batani per la prematura scomparsa di Gianni, fratello della nostra consigliera Paola. Il presidente e il Consiglio di Amministrazione della Cooperativa bagnini di Cervia esprimono tutto il proprio cordoglio alla mamma Luciana e alle sorelle Paola e Cristina. Ricorderemo Gianni Batani con orgoglio, come un socio di grande educazione, cordialità e intelligenza, esempio di intraprendenza e modestia, punto di riferimento, insieme alla famiglia, dell’hotelleria ricettiva a livello nazionale che oggi lascia un grande vuoto nella comunità cervese. Terremo stretto il ricordo della sua umiltà unita alla laboriosità, un esempio da imitare per continuare a lavorare per il futuro del turismo di Cervia”.

Confcommercio e Ascom

Così in una nota Confcommercio e Federalberghi Ascom Cervia: ” Confcommercio e Federalberghi Ascom Cervia hanno appreso con dolore e sgomento la notizia della scomparsa di Gianni Batani. Un associato, un amico, erede del padre Antonio – che con lungimiranza ha presieduto l’Associazione e contribuito al rilancio dell’impresa turistica dell’intera riviera. Gianni ha saputo raccogliere l’eredità morale del padre, guidando insieme alle sorelle e alla madre l’attività di famiglia con lucidità, carisma e amore per il proprio lavoro. Sorridente e fraterno, determinato e accogliente, stimato da colleghi e dipendenti. Sono questi alcuni dei tratti che faremo nostri nel ricordarlo. Una morte prematura, inaspettata e dolorosa che segna la perdita di un imprenditore, di un uomo e di un amico. Mai, nemmeno con la morte, verrà meno la stima per Gianni. Nulla andrà perso perché siamo consapevoli e certi che la famiglia Batani saprà guidare al meglio l’impresa di famiglia con le stesse doti ereditate da Antonio. In questo tragico momento di dolore, l’Associazione si stringe attorno alla famiglia Batani in un forte e affettuoso abbraccio”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui