Dal nuovo polo della moda a San Marino occupazione per 500 persone

Dal nuovo polo della moda a San Marino occupazione per 500 persone
L'innovativo design del nuovo outlet

SAN MARINO. Un investimento da 150 milioni di euro per realizzare una struttura che si estende su 25mila metri quadrati di superficie dove troveranno occupazione non meno di 500 dipendenti. Sono i numeri da capogiro di San Marino Outlet Experience, il nuovo polo di “Shopping Premium” di cui i soci Borletti Group, Dea Real Estate Advisors, Aedes Siiq e Vlg Capital, ieri hanno annunciato l’apertura entro la prossima estate.

Tra storia ed eleganza
“Con un design raffinato e contemporaneo, San Marino Outlet Experience – spiega la proprietà – farà dell’accoglienza su misura e dei servizi di alto profilo il cuore pulsante e distintivo della propria offerta. Un progetto ambizioso ispirato e cresciuto attorno alle caratteristiche e la morfologia della più antica Repubblica del mondo, fonte di autentica ispirazione del lavoro realizzato dall’architetto Leonardo Cavalli, founder e managing partner del prestigioso studio One Works. San Marino Outlet Experience – tiene a precisare la proprietà «è stato concepito in totale continuità con la natura collinare a nord est del Titano nel pieno rispetto ambientale grazie all’adozione del protocollo di ecosostenibilità Breeam».

Novità e ambizione
La struttura è stata pensata come in un complesso di edifici che non ha nulla a che vedere con il classico modulo “a casette” degli outlet tradizionali: seguendo il profilo della collina, il progetto comprende un percorso pedonale studiato per definire le quattro distinte piazze poste alle estremità del perimetro. San Marino Outlet Experience è stato studiato e realizzato per potersi porre «come il nuovo elemento di valore del territorio sammarinese, in grado di offrire stimoli preziosi per l’economia locale». L’obiettivo è quello di lavorare in sinergia con il tessuto imprenditoriale del territorio, per sviluppare un florido indotto e incentivi occupazionali grazie alla creazione, come detto, di 500 nuovi posti di lavoro.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *