Nuovo assessore a Forlì: Catalano fa un passo indietro

«Ho detto al sindaco che se il problema era il mio nome facevo un passo indietro. La città non può rimanere bloccata, ci sono tante cose da fare». Marco Catalano, consigliere comunale di Fratelli d’Italia, indicato da mesi come possibile nome nuovo della squadra di governo della città, fa chiarezza sul tema “caldo” della giunta comunale. Lo stesso sindaco Gian Luca Zattini aveva detto apertamente che gli equilibri politici erano cambiati dalla data dell’elezione e che era giusto allargare ad un nuovo assessore la compagine di governo locale. Tutti d’accordo ma con dei paletti. Fratelli d’Italia ha proposto Marco catalano, Centrodestra per Forlì ha fatto sapere di avere un suo nome di livello, Forza Italia ha posto il veto proprio su Catalano. Risultato? Una questione che pareva doversi risolvere a inizio anno si sta prorogando e la soluzione non pare essere vicina.

«Il sindaco a fine novembre ha proposto al nostro dirigente provinciale e al dirigente regionale Galeazzo Bignami di riconoscere un assessorato a Fratelli d’Italia e loro hanno indicato il mio nome e per questo ringrazio fortemente il mio partito. Io, sia chiaro, non mi sono mai proposto. Ho dato la mia disponibilità al partito e al sindaco. Io non ho ambizioni, certo la cosa gratificherebbe chiunque. Io faccio l’avvocato, sarebbe stata una scelta temporanea di vita. Ho letto che vi erano dei veti da parte di Forza Italia e quindi dico: se devo essere io il motivo della discordia che possa interrompere il cammino dell’Amministrazione, faccio un passo indietro, rimanendo a disposizione del sindaco per quanto di mia competenza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui