Nuovi limiti di velocità sulla San Vitale tra Ravenna e Sant’Agata

Nuovi limiti di velocità sulla San Vitale tra Ravenna e Sant'Agata
Un tratto della San Vitale

RAVENNA. Nuovi limiti di velocità istituiti con effetto immediato lungo la Strada Provinciale 253 San Vitale, in diversi tratti. In alcuni di questi, la velocità consentita è passata da 90 a 70 km/h, in altri da 70 a 50 km/h. La comandante della Polizia Provinciale Lorenza Mazzotti ha dichiarato che il provvedimento «contribusice a dare uniformità alla circolazione stradale, anche in funzione della rotonda di nuova costruzione nei pressi di Sant’Agata sul Santerno». L’ingegnere Paolo Nobile, firmatario della disposizione che ha stabilito i nuovi limiti, ha aggiunto: «è un intervento volto soprattutto all’aumento della sicurezza della viabilità, che risponde alla richiesta in merito della Prefettura – continua -. In particolare, c’è un’intersezione nella zona interessata per la quale transitano quotidianamente molti mezzi pesanti. L’abbassamento del limite della velocità è parso doveroso, visto che la zona era l’unica che ancora manteneva la soglia dei 90 km/h». Il limite è stato ridotto a 70 km/h dalla fine del centro abitato di Massa all’inizio del centro abitato di Sant’Agata sul Santerno, dalla fine del centro abitato di Sant’Agata sul Santerno all’inizio del centro abitato di Lugo, dalla fine del centro abitato di Bagnacavallo all’inizio del limite dei 50 km/h per la rotatoria di Russi, dalla fine del limite di 50 km/h per rotatoria di Russi all’inizio dello stesso limite per la rotatoria di San Michele e dalla fine del limite 50 km/h per la rotatoria di San Michele all’inizio della strada comunale via Faentina a Fornace Zarattini. Si dovranno rispettare i 50 km/h dalla rotatoria Selice all’inizio del centro abitato di Massa Lombarda, dalla fine del centro abitato di Lugo all’inizio del centro abitato di Bagnacavallo, nel tratto per la rotatoria di Russi con la S.P. 302 e nel tratto per la rotatoria di San Michele con la S.P. 99.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *