Nuove accuse di peculato per la Poggiali Indagata anche una parente

Già condannata in via definitiva a 4 anni e 4 mesi per la sottrazione di medicinali e materiale ospedaliero, l’ex infermiera Daniela Poggiali è stata nuovamente indagata per gli stessi reati in concorso con una parente, operatrice sanitaria di una struttura per anziani della Bassa Romagna accreditata con il sistema sanitario nazionale. Secondo l’accusa, avrebbe sollecitato la congiunta a «fare la spesa» e a «procurarsi farmaci» per una loro anziana familiare allettata, consigliandole anche come e quando agire, facendolo «sapientemente approfittando dei momenti più favorevoli come il turno di notte». Non solo, avrebbe anche suggerito alla donna su come realizzare «dei tutoni», una sorta di pannoloni artigianali utilizzando lenzuola, federe e altra biancheria sanitaria per ritardare così il cambio degli anziani che assisteva.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui