Nuova Statale 16, aziende agricole in rivolta

Un centinaio di aziende agricole della zona nord di Rimini rischiano la chiusura a causa della variante alla Statale 16, giudicata «dall’impatto devastante» e che comporterà «enorme consumo di suolo».

Cia Romagna, Confagricoltura e Coldiretti, in una nota congiunta, esprimono tutte le loro preoccupazioni per le conseguenze dei lavori che interesseranno la nuova Statale 16. Le associazioni inoltre lamentano mancanza di informazioni e di condivisione del progetto. Ringraziano quindi il presidente della Provincia, Riziero Santi, per l’incontro organizzato fra le categorie agricole e i Comuni interessati dalla variante e per l’impegno preso nell’organizzarne un altro con Anas, Regione e i progettisti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui