Nuova rotatoria in viale Marconi per accedere al Despar

Si conferma per novembre l’apertura del nuovo Interspar a Imola che sta cominciando a prendere forma nel vecchio sito della Coop Ceramica, vicino alla ferrovia.

Nuova rotatoria

Tra gli ultimi avanzamenti visibili del cantiere spicca la rotonda su viale Marconi, tra la farmacia all’angolo con via Senarina e l’incrocio con via Vittorio Veneto, che risulterà davanti al punto vendita. «La rotatoria è già operativa. Il traffico dei veicolare vi scorre già, ovviamente senza poter accedere nel braccio di ingresso del sito – ha commentato Alessandro Urban, direttore regionale Emilia-Romagna dell’Aspiag, la società concessionaria del marchio Despar nel Triveneto e nella nostra regione –. L’intero cantiere procede secondo i tempi programmati e il sito comincerà presto a cambiare aspetto di settimana in settimana, con la posa delle vetrate, dei rivestimenti, del verde di arredo».

Superficie di vendita

La struttura avrà una superficie coperta di 5.300 metri quadrati, di cui 2.500 destinati alla vendita alimentare e non alimentare dell’Interspar, la tipologia di negozio più grande nella famiglia Despar. La porzione di immobile destinata al supermercato, però, occuperà complessivamente 4.000 metri quadri considerando anche lo stoccaggio, gli spogliatoi e i servizi. Il resto della superficie ospiterà altre attività commerciali e di somministrazione: «Siamo in via di definizione proprio in questo periodo. Vi sarà una proposta commerciale non alimentare di completamento per circa 800 metri quadri, mentre per bar e ristorazione parliamo di oltre 300 metri quadri», ha spiegato Urban.

Apertura a Lugo

È invece in dirittura di arrivo il cantiere dell’Eurospar di Lugo, 1.500 metri quadri, del tipo “stand alone” senza altre attività, la cui apertura è prevista per il mese di settembre: «Auspico entro il 10, poiché mancano solo gli ultimi adempimenti burocratici – ha precisato ottimista Urban, spiegando che anche la squadra è pronta per aprire le porte del negozio –. Abbiamo confermato le cifre per un organico di circa 45 dipendenti. C’è ancora qualche disponibilità per specialisti, gastronomia o macelleria, persone insomma che conoscono già il mestiere, ma sostanzialmente siamo già in grado di avviare il negozio».

Inaugurazioni nell’Imolese

Risulta paradossalmente più cauto il calendario inaugurale annunciato per il polo logistico di Castel San Pietro Terme, che risulta già parzialmente attivo da giugno e per il quale si ipotizzava un lancio dopo l’estate: «Stiamo andando pian piano a regime, e lo saremo sicuramente nei prossimi mesi. Sono i normali tempi di rodaggio – ha spiegato Urban –. Valuteremo a tempo debito l’opportuno lancio della piattaforma con un’eventuale inaugurazione ad hoc».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui