Nuova mission del Gruppo Scrigno, innovazione sostenibile

Scrigno investe in innovazione sostenibile. È la nuova linea strategica adottata dall’Azienda, che vede la sostenibilità, in tutte le sue declinazioni, come una delle principali leve di sviluppo. In un anno particolare come il 2020 Scrigno ha infatti scelto di attivare diverse iniziative sul territorio e di implementare un piano di crescita per linee interne, con investimenti in innovazione, di cui oltre mezzo milione di euro a supporto della transizione green.

«SCRIGNO è un’azienda che produce – dichiara Maddalena Marchesini, Amministratore Delegato del Gruppo – : siamo consapevoli che le nostre attività economiche hanno ripercussioni sull’ambiente. Ma siamo anche un’azienda responsabile, che guarda al futuro. Per questo abbiamo scelto di impegnarci affinché lo sviluppo della nostra azienda nel lungo periodo avvenga nel rispetto della natura e del benessere delle persone. Coerenti con questo impegno, abbiamo inserito da inizio anno un Responsabile delle Gestione Ambientale, che sta lavorando fianco a fianco con il management per sviluppare e attuare il Piano di Sostenibilità di SCRIGNO. Un orientamento che si riflette in ogni ambito della vita aziendale, declinandosi in numerosi progetti. L’innovazione, la riduzione dell’impatto ambientale, la salvaguardia delle risorse e le iniziative a favore della comunità e dell’inclusione sono gli elementi chiave del percorso di integrazione dei criteri ESG nella nostra organizzazione» e continua: «Siamo un’azienda solida e ben strutturata. Il nostro stile di gestione ci ha premiato anche in un anno particolare come il 2020, nel corso del quale abbiamo scelto di implementare un piano di crescita per linee interne, con investimenti in innovazione, di cui oltre mezzo milione di euro in sostenibilità».

Una filosofia che, in linea con la nuova mission “Realizzare sistemi di apertura eccellenti, che rendono più confortevole la vita delle persone, contribuendo alla qualità dell’abitare”, si declina concretamente nel conseguimento di standard produttivi sempre più elevati.

Questi sono il risultato di un processo che coniuga la ricerca e adozione dei migliori materiali con l’applicazione delle tecnologie più avanzate. In dettaglio, la volontà di raggiungere i più alti livelli di eccellenza è confermata dalla trasformazione delle fabbriche in Smart Factory, così come dall’adozione del metodo lean, al fine di ridurre i tempi di ciclo e triplicare la capacità produttiva.

In dettaglio è stato recentemente inaugurato un nuovo impianto di confezionamento dei controtelai presso gli stabilimenti Scrigno 2 e 3 di Savignano sul Rubicone, in provincia di Forlì-Cesena, dedicati rispettivamente alla realizzazione del 96% della produzione totale dei formati standard e dei sistemi custom per 7 milioni di semilavorati complessivi. Il sistema, che verrà ulteriormente potenziato nel corso dell’anno, integra apparati robotizzati anche antropomorfi e una soluzione di trasferimento automatico dei controtelai con software gestionali di fabbrica all’avanguardia.

La sostenibilità diventa pertanto una delle principali leve di sviluppo, anche in termini di performance ambientali ed energetiche dei siti produttivi e elemento centrale al cuore della strategia competitiva.

In tal senso, Scrigno si è dotata di un Sistema di Gestione Ambientale, secondo lo standard ISO 14001:2015, di prossima certificazione e l’adozione di un sistema risk-based thinking.

A conferma della sensibilità dell’Azienda verso i principi dell’Economia Circolare, sono stati riorganizzati i processi, al fine di monitorare e ottenere la riduzione dei consumi delle materie prime e imballaggi, l’abbattimento degli sprechi e l’efficientamento energetico. Inoltre, sono state introdotte procedure operative volte a garantire una sicurezza superiore per le persone, in conformità alla nuova ISO 45001, in fase di conseguimento.

Un approccio virtuoso al mondo dell’impresa non può esimersi da una riflessione sull’innovazione sociale, quale strategia volta a coniugare capacità di evolvere e spirito manageriale con le risorse di altri attori. L’obiettivo è trovare soluzioni originali alle sfide socio-ambientali, sviluppando alleanze e linee di business inedite.

Con questa consapevolezza nascono numerose iniziative, promosse da Scrigno, dove l’impegno e il talento delle persone viene valorizzato con finalità di natura etica.

Tra queste spicca, ad esempio, “A door on a better world”, portata avanti in collaborazione con YACademy, Accademia di architettura internazionale e Mario Cucinella, uno dei più importanti interpreti odierni dell’architettura ecosostenibile.

Un laboratorio esperienziale che, oltre a stimolare gli studenti nella realizzazione di un’opera che sarà installata nel parco d’arte contemporanea ArteSella, è testimonianza di uno sguardo alle generazioni future, declinato concretamente anche nella riqualificazione ambientale di un’area ad elevata criticità, partecipando alla sua ripiantumazione.

Infine, il progetto OpenToMe, che celebra la diversità attraverso l’esperienza di persone autentiche che hanno il coraggio di seguire, con determinazione, i propri sogni, elevandosi a esempio per la comunità.

«Sostenibilità e sociale sono un binomio indissolubile per promuovere una crescita che considera l’attenzione per l’ambiente e i principi di responsabilità un vantaggio competitivo nel lungo periodo» dichiara Maddalena Marchesini, che conclude «valori oggi più che mai necessari: in qualità di azienda leader in uno dei settori che sta reagendo più rapidamente alle sfide del contesto globale, siamo pronti a dare il nostro contributo per favorire la ripartenza del sistema Italia».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui