Nuova alleanza “anti disagio” in zona Cubo a Cesena

Énata una alleanza nel nome dello sport e della tutela dei giovani in un momento delicatissimo come quello che stiamo vivendo.

La Nuova Virtus si è schierata in prima linea al fianco del Comune di Cesena nel progetto di riqualificazione della zona del Cubo, sede abituale degli allenamenti e delle partite delle selezioni giovanili di basket femminile del club giallonero.

La scintilla è scoccata a causa di un episodio sgradevole.

Ormai da settimane gli allenamenti per chi pratica sport giovanile sono fermi, ma all’inizio del mese di febbraio, dei ragazzi che bazzicano tra il Cubo e la stazione avevano minacciato alcuni genitori che accompagnavano le giovani atlete dell’Under 13 di basket all’allenamento.

La Nuova Virtus è intervenuta immediatamente e ha informato il Comune.

Il servizio di controllo delle forze dell’ordine si è fatto più frequente e ha contribuito a normalizzare la situazione, ma l’alleanza tra società sportiva e amministrazione non voleva fermarsi qui.

«Una volta attivato il Comune – dice Ivana Donadel, responsabile basket della Nuova Virtus – abbiamo trovato grande disponibilità nell’assessore Carmelina Labruzzo, con cui abbiamo intavolato un discorso ad ampio raggio che non vuole ridursi ad una semplice denuncia. Noi come società sportiva stiamo toccando con mano il profondo disagio che in questi mesi sta investendo il mondo giovanile e siamo pronti a dare il nostro contributo per collaborare nella riqualificazione di una zona che comprende gli impianti sportivi che utilizziamo abitualmente. Pensiamo a un progetto che coinvolga anche un sociologo padre delle nostre ragazze, perché è il momento di intervenire a tutto campo per attenuare i danni di questo periodo terribile».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui