Nudo al fiume nel Bolognese, si giustifica: a Faenza non si respira

Nudo al fiume nel Bolognese, si giustifica: a Faenza non si respira
La colonna di fumo a Faenza

Nudo sulle rive di un torrente  nel bolognese per prendere il sole. All’arrivo dei carabinieri si giustifica dicendo che a Faenza l’aria è irrespirabile. Secondo quanto riporta l’Agenzia Ansa costerà cara a un 25enne faentino la decisione di prendere il sole completamente nudo sulle rive del torrente Setta, a Marzabotto. Per lui è scattata una multa di 3.300 euro per atti contrari alla pubblica decenza. I carabinieri sono intervenuti ieri verso le 15.30, chiamati da altri bagnanti, soprattutto famiglie con bambini che avevano chiesto invano al giovane di mettersi il costume. Il 25enne era in compagnia della fidanzata, in stato di gravidanza: lei era vestita mentre lui si è ricomposto solo dopo l’arrivo dei militari. A quanto pare, si è giustificato dicendo di abitare a Faenza e di essere andato a cercare un po’ di relax per sfuggire all’aria irrespirabile che c’è vicino alla sua abitazione, a causa dell’incendio che sta interessando quella zona.

Argomenti:

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *