Novità per il ritorno della festa del pesce a Cesenatico

“Il pesce fa festa”: si torna a parlare della kermesse culinaria dopo un anno di stop per pandemia. Ovviamente per avere la certezza di realizzarla gli organizzatori seguiranno quelli che sono gli sviluppi della situazione Covid fino all’ultimo momento. La festa è prevista dal 30 ottobre al 2 novembre.

Tramontata l’ipotesi di trasferirla in blocco nel piazzale della Rocca malatestiana, all’ingresso del centro storico, per concentrarvi una mezza dozzina di stand, sono state pensate e individuate altri grandi postazioni allocate però più in centro. Le tre postazioni individuate già per allestire gli stand saranno quella di ponente adiacente al Mercato ittico all’ingrosso, il piazzale “De Mont” (abitualmente adibito a parcheggio in centro) e gli spazi di viale Anita Garibaldi angoli viale Da Vinci fino a collegarsi al lungomare e viale Carducci. Per ciascuna di queste postazioni sono previsti due stand per parte. Fanno già parte della festa gli stand dei ristoratori Arice – Confesercenti e quelli di Arte -Confcommercio, e poi di due o tre associazione di pescatori e il gruppo dei cuochi volontari degli “Amici della Ccils”.

Pressoché certo, invece che non sarà presente quest’anno la mega struttura della cooperativa “Casa dei pescatori”, che nel tempo si era consolidata per ricevere il più altro numero di presenze nel proprio stand. Proprio per ragioni di sicurezza, cautela e opportunità, visto anche il ruolo di rappresentanza di una categoria, si è deciso di rinviare ancora la presenza e partecipazione all’evento della cooperativa.

La particolarità sarà che per via delle misure anti covid e le regole del distanziamento da rispettare, il servizio di consegna sarò fatto da personale addetto e in aree dedicate. Il servizio di consegna pietanza verrà fatto ai tavoli, entro aree dedicate, senza commistione col pubblico presente o in movimento per la fiera.


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui