Novafeltria: il concorso era truccato, tre a giudizio

Il Comune non le rinnova il contratto e allora denuncia con un’altra collega che avevano vinto l’ultimo concorso a due posti da ausiliarie del traffico perché truccato. Entrambe avevano ottenuto prima della prova le risposte ai quiz. Rivelazione del segreto d’ufficio in concorso. Questo il reato da cui il prossimo autunno dovranno difendersi davanti al Tribunale di Rimini le due donne (una è ancora in servizio) e il responsabile legale della società controllata dal Comune di Novafeltria che per il Municipio ha curato il bando di reclutamento e il concorso. Così ha deciso il giudice Vinicio Cantarini. L’ausiliaria ancora in servizio e l’ex collega sono difese di fiducia dagli avvocati Luca Greco e Giovanna Ollà. Il funzionario dall’avvocato Lorenza Menghini.

La storia

Il caso come detto è iniziato quando l’ausiliaria che non si è vista rinnovare il contratto, ha deciso di vuotare il sacco. Così è entrata in un ufficio postale della Valmarecchia ed ha consegnato la lettera indirizzata al comando Compagnia Carabinieri di Novafeltria. Che non hanno perso tempo e grazie alle informazioni fornite dalla data impressa sulla lettera e dal timbro dello sportello di Poste italiane, si sono presentate in ufficio chiedendo di poter visionare le immagini registrate dalle telecamere quel giorno. Ed hanno fatto centro. Le riprese hanno permesso di riconoscere inequivocabilmente nell’ausiliaria pentita l’autrice che a questo punto è stata convocata in caserma. Qui, stando alla ricostruzione della Procura avrebbe confermato spontaneamente e senza la presenza di un legale le accuse scritte trascinando così nella vicenda anche gli altri due indagati. La denuncia non più anonima è così approdata negli uffici al terzo piano del palazzo di giustizia di Rimini. Ascoltata dal sostituto procuratore titolare del fascicolo, questa volta alla presenza di un difensore di fiducia, l’accusatrice si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Ma ormai era troppo tardi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui