Novafeltria, al via la stagione di Patalò, Ater e Arboreto

«Riaprire un teatro è come aprire un giardino, al cui centro si trova un grande albero». Con questa immagine evocata dal palcoscenico del teatro Sociale dai direttori artistici Isadora Angelini e Luca Serrani di Teatro Patalò, si inaugura la nuova collaborazione tra la compagnia, l’assessorato alla cultura di Novafeltria, Ater Fondazione e L’arboreto-Teatro Dimora. Domenica 15 gennaio il primo appuntamento sarà alle 17 con lo spettacolo “Il più furbo” di Teatro Gioco Vita per la rassegna “Sciroppo di teatro” di Ater, che tornerà il 12 febbraio con “Il lupo e i sette capretti” di Tanti Cosi Progetti e il 12 marzo con Solares Fondazione delle Arti ne “La pancia del mondo”.

Da venerdì 3 febbraio si susseguiranno sette titoli di teatro contemporaneo: il sipario si alza su due grandi attrici e autrici, Elena Bucci e Angela Malfitano, con “Per magia”. Sabato 25 febbraio sarà la volta di “Macbeth_L’ultimo sguardo” da William Shakespeare con Luca Stetur, che il 27 febbraio incontrerà anche gli studenti. Sabato 4 marzo “Era meglio Cassius Clay”, commedia noir di Rita Frongia, e a seguire l’ascolto del radiodramma “Gli occhiali da sole”. “L’amica geniale a fumetti”, recital tratto dalla graphic novel di Mara Cerri e Chiara Lagani, sull’opera di Elena Ferrante approderà a Novafeltria sabato 18 marzo. Mercoledì 22 marzo, per la Giornata mondiale della poesia, il Sociale ospiterà “Divine” con Danio Manfredini, mentre giovedì 6 aprile “Felicità for dummies (Felicità per negati)” con Roberto Mercadini. Domenica 16 aprile spazio a “L’incanto dell’arte”, proiezione e incontro con le autrici Elisabetta Zavoli e Stefania Prandi e alle 18.30 “Canti di un luogo abbandonato”, reading di Azzurra D’Agostino con le musiche di Andrea Biagioli. Domenica 23 aprile finale di stagione con Teatro Due Mondi in “Rossini flambé”.

Teatro Patalò proporrà due dei propri lavori con repliche in matinée per le scuole (il 19 marzo “Senza paura” e il 2 aprile “Odissea al mare”) insieme a una ospite (il 7 maggio “Abu sotto il mare” di Pietro Piva). Non mancheranno prove aperte, laboratori e residenze (per Danio Manfredini, Azzurra D’Agostino e quotidianacom).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui