Non si fermano all’alt, scappano da Faenza a Bagnacavallo e finiscono nel fosso: catturati due malviventi

Inseguimento da film nel primo pomeriggio lungo le strade faentine e lughesi. Una Fiat 500 presa a noleggio con due giovani a bordo, in transito in via Granarolo, a Faenza, non si è fermata all’alt di una volante. La macchina, la cui targa era già nota alle forze dell’ordine per essere stata utilizzata in precedenti furti, ha proseguito a tutta velocità attraversando le strade di Faenza, Cotignola, Bagnacavallo per poi procedere lungo la strada San Vitale, sempre inseguita dalla volante che nel frattempo aveva allertato i colleghi di Lugo, oltre che i carabinieri. Superata Cortina, giunti alla rotonda di Russi, i due malviventi hanno ripreso la strada in direzione di Bagnacavallo. All’altezza della zona artigianale, hanno girato bruscamente a destra, in via Ca’ del Vento, una stretta stradina di campagna dove poco dopo hanno incrociato e urtato una vettura privata, finendo così nel fosso. Illesi i due occupanti, una coppia del posto. Ma non è finita qui perché i due fuggitivi, dopo aver aperto le portiere, sono scappati a piedi nei campi. Dopo un inseguimento a perdifiato, sono stati catturati dalle forze dell’ordine e portati in Questura. Dentro l’auto sono stati ritrovati attrezzi da scasso (trapani e arnesi vari) che probabilmente erano stati impiegati per commettere furti in cantieri e su veicoli di lavoro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui