“Non riesco”, nuovo singolo della riminese Eleonora Elettra

Sonorità pop e venature rock caratterizzano “Non riesco”, nuovo singolo della cantautrice riminese Eleonora Elettra, pseudomino di Eleonora Zanotti, in uscita oggi su tutti i digital store: «Questo brano è più energico rispetto ai due precedenti – chiosa emozionata – mi piace cambiare genere rimanendo sulla linea cantautorale, con personalità ed energia».

Quando esce un nuovo pezzo prova «un’ansia buona», rispetto a ciò che la gente percepirà del suo brano, a «ciò che arriverà di quello che scrivo, l’interpretazione che ne daranno e di come faranno proprio il tutto», esordisce così alla vigilia dell’uscita di questo pezzo catartico che ha avuto una gestazione lunga: «Lo abbiamo registrato in due mesi, ma alle spalle ha una storia infinita, cinque anni fa ne ho scritto testo e melodia, ma nel corso del tempo ha preso tante forme. Quando viene l’idea bisogna fare molti tentativi e avere molta pazienza, apportando piccoli cambiamenti: coro, note e input nuovi, che è il lavoro del produttore Gianluca Morelli, portatore di grandi idee e di una bella amalgama tra i musicisti».

Eleonora ha composto la musica di “Non riesco” insieme a Luca Arduini (alla chitarra), con cui condivide i cori. Alla batteria c’è Pasquale Montuori, al basso Rodolfo Valdifiori, mentre tastiera e sinth sono di Gianluca Morelli.

“Non riesco” è un brano molto orecchiabile, il testo delinea le emozioni con pennellate di briosa delicatezza, che lei stessa definisce «quasi ingenuo».

Una melodia accattivante, morbida, quasi vellutata, accompagna la narrazione, in cui si canta la difficoltà di abbandonare una situazione sbagliata quando si è ancora invischiati anima e corpo: «Non riesco a scordarmi di te/ non riesco a voltare le spalle a questa strana idea../ ma quando sarà blu, tu non ci sarai più/ ma il cuore sarà più felice/ tutto è più bello senza di te/ potrei volare via come una rondine…».

In quel cielo blu cantato da Eleonora Elettra c’è speranza, si intravede un bagliore, quel “Non riesco” iniziale si tramuta in una possibilità di salvezza, di forza interiore che spinge a volare via, verso una nuova primavera, lontano dall’insano grigiore quotidiano sospinti dalle note, «la musica è una valvola di sfogo per chi la fa e per chi la ascolta».

Per ascoltare anche live la venticinquenne riminese si può partecipare alla serata di beneficenza per Aido, al teatro Toscanini di Segrate (Milano), il 15 ottobre, dove canterà i suoi tre brani pubblicati.

In attesa del suo primo Ep, il 2023 la vedrà interpretare sul palco i suoi pezzi intervallati dalle cover di autori e generi per lei ispiratori, Lucio Dalla, Samuele Bersani, Daniele Silvestri, passando per Bruno Mars e i Red Hot Chili Peppers: «Iniziare a 17 anni in una cover band è stata la mia salvezza, permettendomi di conoscere il mestiere e di aver voglia di dire la mia!».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui