No green pass a Ravenna, fra cartelli complottisti e contro i media

Tra i cartelli ne svetta uno anche contro la stampa, “giornalista terrorista, no green pass”. Colpevoli pure loro, i media, delle ultime disposizioni per contrastare la nuova recrudescenza del contagio, almeno secondo il pensiero di parte dei manifestanti. Fra le circa 200 persone che oggi pomeriggio si sono ritrovate in piazza del Popolo a Ravenna per protestare contro l’obbligatorietà del certificato verde per accedere a locali pubblici ed eventi di varia tipologia, non mancano i riferimenti anche all’ex primario di Pneumologia di Mantova, Giuseppe De Donno, sul cui suicidio ora indaga la locale Procura. “Grazie dott. De Donno – dice il manifesto da richiamo complottista, impugnato da una partecipante al raduno -. Il popolo sa”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui